Ussita, ritrovati i resti di Danilo Riccini
il runner scomparso due anni fa

Il runner Danilo Riccini
2 Minuti di Lettura
Lunedì 29 Settembre 2014, 17:55 - Ultimo aggiornamento: 18:30

USSITA - Ritrovati poco fa i resti di Danilo Riccini, 50 anni di Perugia, il runner scomparso due anni e quattro mesi fa. In questo momento sono in corso le operazioni di recupero da parte del Soccorso Alpino nella zona a nord del Monte Bove, a Punta Anna, in un'area interdetta ai turisti perché luogo di ripoduzione dei camosci.

I resti dovrevvero essere del runner di Perugia, per averne la certezza verrà eseguito l'esame del Dna. La morte appare accidentale. I resti sono stati trovati alle ore 15, a circa 150 metri su un terrazzino che dà su un precipizio del Mone Bove. A vedere lo scheletro sono stati i tecnici del soccorso alpino, impegnato in zona anche con l'elicottero, che avevano ripreso le ricerche del runner scomparso. Impegnate nelle ricerche squadre di Macerata, Ascoli Piceno, Ancona e due speleologi dell'Umbria. Si è approfittato della giornata di bel tempo per organizzare la spedizione partendo da punto dove un anno fa era stata ritrovata una scarpa di Riccini.

Dal 27 maggio del 2012 non avevano più notizie del runner umbro, le cui ultime traccia, la sua auto, fu ritrovata chiusa in località Calcara di Ussita alle pendici del Monte Bove. Per l'anniversario della scomparsa, la famiglia in collaborazione con l'Associazione, aveva promosso "Una giornata per Danilo", in programma l'8 giugno sui Monti Sibillini.

La famiglia si era anche rivolta a Chi l'ha visto con diversi appelli finiti però nel vuoto, e non si era mai arresa nel cercarlo. Oggi il tragico ritrovamento che pone fine a ogni speranza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA