Ancona, nasconde la droga nelle mutande. Vede i poliziotti e la infila in bocca

Martedì 16 Giugno 2015
ANCONA - Tiene la droga nelle mutande. Vede i poliziotti e infila le dosi in bocca per nasconderle. E' successo ad Ancona. Lui voleva cedere una dose di eroina a un tossicodipendente, ma quando è stato sorpreso dai poliziotti ha tentato di ingoiare la droga. È finito in manette Mohsin Raza, 23enne di origine pakistana. L'arresto sabato mattina, nei pressi della Sala Bingo di Vallemiano, ormai luogo consolidato dagli spacciatori per incontrarsi con i clienti.



Gli agenti della Squadra Mobile, guidati dal capo Virgilio Russo e dal vice Carlo Pinto, stavano controllando a tappeto le zone della città considerate maggiormente a rischio reati, quando si sono imbattuti nel pakistano. Questi era intento a cedere una dose di polvere bianca a un tossicodipendente anconetano.



Appena vista questa scena, gli agenti sono intervenuti all'istante. Il 23enne ha tentato una breve fuga, ma dopo alcune decine di metri e un piccolo inseguimento, è stato bloccato. Per non farsi trovare con la droga addosso e finire ulteriormente nei guai, ha addirittura cercato di ingoiare una bustina contenente eroina. Il tempestivo intervento dei poliziotti ha evitato il folle gesto che poteva provocargli la morte.



Sottoposto a perquisizione personale, il pusher teneva nascosti altri stupefacenti negli slip, per un quantitativo totale di 8 grammi di eroina. Se li avesse messi tutti sul mercato, gli avrebbe fruttato una somma che si aggira attorno agli 800 euro. Dopo l'arresto, l'uomo ha trascorso il fine settimana nelle celle di sicurezza della Questura. Ieri, è comparso in Tribunale per la direttissima. Il giudice Francesca Betti ha convalidato l'arresto e rimesso in libertà l'uomo, già gravato da precedenti penali legati allo spaccio di droga.



In udienza, fissata per la fine del mese, dovrà rispondere di detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio. È finita con una denuncia e non con un arresto un'altra operazione antidroga messa a segno dalla Mobile. Sabato gli agenti hanno fermato un tunisino di 23 anni, già gravato da precedenti di Polizia, che si aggirava con fare sospetto nelle vie della Montagnola. A seguito della perquisizione, è stato trovato in possesso di due involucri di hashish per un peso complessivo di circa 5 grammi.



Ultimo aggiornamento: 16:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma