Ancona, dipendente hacker si vendica e dirotta online gli ordini dell'ex azienda

Domenica 9 Novembre 2014
ANCONA - L'ex dipendente era un hacker della rete. La Polizia postale di Ancona ha denunciato un ex dipendente di una grossa azienda calzaturiera delle Marche che era riuscito a infiltrarsi nel sistema informatico della società procurando vari danni e dirottando diversi ordini di calzature a favore di concorrenti esteri.



A denunciare l'hackeraggio era stato lo stesso titolare del calzaturificio. Gli investigatori hanno esaminato tutti i file di log relativi al sistema informatico dell'azienda comparando i dati forniti da Google e da Wind Infostrada. L'analisi, resa particolarmente complicata dall'elevatissimo flusso di dati, ha convinto i poliziotti che gli attacchi informatici partissero da una piattaforma Mac con sistema operativo OSX 10.8.5 e da un unico indirizzo Ip, risultato poi associato al numero telefonico di un cinquantenne residente nelle Marche.



Nel corso della perquisizione sono emersi altri elementi di responsabilità a carico dell'indagato, che è appunto un ex addetto dell'azienda. L'uomo è stato denunciato per il reato di accesso abusivo ad un sistema informatico. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze studio all’estero: «Ciaone» e zero contatti

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma