Il sentiero dei violini, il giallo d'esordio di Maria N.

La copertina
2 Minuti di Lettura
Lunedì 26 Luglio 2021, 17:13 - Ultimo aggiornamento: 17:17

Tra i libri da portare questa estate in vacanza c'è un nuovo giallo. È Il sentiero dei violini del Gruppo Albatros il Filo, thriller d'esordio di Maria N., professoressa universitaria che ha scelto l'anonimato. 376 pagine dense di segreti, intrighi e passione. Per una storia di sangue e d'amore destinata a lasciare il segno.

La trama

Lo spazio... c’era più spazio... Io l’ho capito... e poi l’ho vista... troppo spazio per... Sono le ultime parole di Müller prima di accasciarsi a terra aggrappandosi alla gonna del tailleur di Martina. Una giovane professoressa universitaria diventa, suo malgrado, testimone di un efferato omicidio proprio il giorno del suo arrivo a Salisburgo, dove si è trasferita per svolgere alcune ricerche. Anche se Martina prova a distogliere i suoi pensieri da quel giorno, quelle parole continuano ad occupare la sua mente. Il residence dove risiede le sembra nascondere segreti così come il suo proprietario, il controverso Barone von Gerstein, e Georg, l’uomo che la travolge in un vortice di passione. Quei mesi che sarebbero dovuti essere all’insegna dello studio, diventano tutt’altro e la giovane si ritroverà a sperimentare emozioni ed esperienze che mai avrebbe pensato di provare.

L'autrice

Maria N. è una professoressa universitaria che vive e insegna a Roma. Ha pubblicato diversi libri di diritto, ma alla sua produzione scientifica ha sempre affiancato la passione per i romanzi thriller e d’amore. Per questo ne Il sentiero dei violini, suo romanzo di esordio, combina con abilità il genere poliziesco con quello sentimentale, mescolando mistero, avventura ed erotismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA