Se una tellina antisociale e una formica
anarchica danno lezioni di vita

Venerdì 26 Aprile 2019
La copertina del libro Animali non addomesticabili, Exorma edizioni
Siamo del tutto umani solo quando agiamo avendo a cuore la vita diversa dalla nostra. E' il nocciolo del libro "Animali non addomesticabili",  scritto da Giacomo Sartori, Paolo Morelli e Marino Magliani, con la post fazione di Paolo Albani, per l'editore romano Exorma, dal 9 maggio in libreria.

Un bruco sognatore, un cane vagabondo che progetta viaggi in mare, una formica anarchica, una pudica giovane vongola napoletana ci scuotono e ci aiutano a vedere. Sembrano darci il coraggio di parlare delle cose che contano davvero.

Tre scrittori si provano qui a restituire la voce a esseri viventi cui spesso vengono attribuiti i nostri sentimenti elementari. Gli animali hanno già parlato nella mitologia e nei bestiari medievali, dove sono destinati a veicolare significati simbolici e credenze; nei riti sciamanici, dove assumono ruoli salvifici e taumaturgici e conferiscono poteri; o nelle favole, dove traggono d’impaccio i protagonisti con l’aiuto della magia. Eppure, a ben guardare, la favolistica, da quella greca a Fedro a Walt Disney, non mostra nient’altro che animali con corpo da bestia e carattere umano. In breve, sono stati umanizzati e ne hanno avuto un danno. La loro identità ne è uscita appannata e contraffatta.

Nei racconti di Magliani, Sartori e Morelli, ognuno con il suo stile, decidono di farsi sentire. Ci chiedono di riconvertire la nostra immaginazione, di riorientare lo sguardo, di riaprire un margine dove il loro mondo possa sedurre il nostro orecchio e disporci all’ascolto della vita pulsante, brulicante, debordante del regno animale. Ultimo aggiornamento: 20:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Autobus a Roma, le trovate degli utenti per sopravvivere ai disagi

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma