"Siamo tutti allenatori nel pallone", dal 1° ottobre nelle librerie

Venerdì 25 Settembre 2020

«Durante una chiacchierata, Liedholm mi disse così: 'Hai mai conosciuto Oronzo Pugliese tu?'. Con quell’accento suo, stile Don Lurio, di chi non ha mai imparato bene l’italiano». Nacque così in Lino Banfi l'idea di realizzare un film sul calcio. Era il 1984 e quell'intuizione del Barone ha portato alla nascita di una pietra miliare della cinematografia italiana, ancora oggi attuale e amatissima da tutti gli appassionati. Adesso, a distanza di 36 anni, l'attore pugliese veste di nuovo i panni di mister Oronzo Canà, e lo fa da co-autore nel libro "Siamo tutti allenatori nel pallone”, scritto insieme al giornalista Marco Ercole in uscita il 1° ottobre. Insieme hanno prodotto una vera e propria Bibbia del film, raccontando gli aneddoti, le curiosità e i retroscena di un capolavoro che, a distanza di oltre 35 anni dall'uscita nelle sale, non ha perso il suo fascino. "Una squadra di provincia - si legge nella sinossi -, la Longobarda, guidata da un istrionico allenatore, Lino Banfi, e sorretta dall'estro del suo giocatore più rappresentativo, il brasiliano Aristoteles (Urs Althaus), riuscirà nell'impresa di ottenere la salvezza al suo primo anno in Serie A, superando mille insidie e sfidando ogni pronostico?". La risposta la conoscono tutti, difficile trovare qualcuno che non abbia visto almeno una volta nella vita questo film entrato nella storia. Cult degli anni ’80, punto di riferimento delle pellicole sul calcio, "L’allenatore nel pallone", deve il suo successo all'interpretazione di Lino Banfi, alla regia di Sergio Martino, ai duetti comici di Gigi e Andrea, nonché alla partecipazione speciale dei reali eroi delle domeniche italiane Ancellotti, Graziani, Pruzzo, Zico. Dopo "Siamo tutti Compagni di scuola", prosegue la collana di Bibliotheka Edizioni rivolta ai grandi classici della commedia all'italiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA