Libri sotto l'albero: romanzi, saggi, illustrati, suggerimenti per regali tutti da leggere

Giovedì 20 Dicembre 2018 di Valeria Arnaldi

Romanzi, saggi, libri illustrati. È ricca la proposta di libri da mettere sotto l’albero di Natale. A pochi giorni dalla festa, alcuni suggerimenti per orientarsi tra gli scaffali e scegliere il regalo giusto per amici e parenti o anche per sé.

NARRATIVA
La narrativa, quest’anno, porta in dono un inedito di Giorgio Faletti, “La ricetta della mamma” (La Nave di Teseo+). Breve noir da cui è stato tratto l'omonimo cortometraggio diretto da Dario Piana e prodotto da Roberta Bellesini Faletti, che firma anche un testo nel volume. Attore, compositore e comico, Faletti, scomparso nel 2014, è stato una rivelazione nella letteratura con il suo romanzo d’esordio “Io uccido”, che in Italia ha venduto oltre cinque milioni di copie e poi è stato tradotto in 32 paesi. Da lì una serie di titoli fortunati, cui ora si aggiunge questo inedito, scritto nel 2000 e mai arrivato in libreria, storia di un sicario che deve uccidere il testimone chiave di un processo e per farlo si introduce nella casa di un manager donnaiolo. Tra peccati di gola e ironia.
 

 

“La figlia del boia e il diavolo di Bamberga” è il nuovo titolo della vera e propria saga di Oliver Potzsch (Neri Pozza). Non un titolo prettamente natalizio ma un giallo storico avvincente capace di trasportare in dimensioni lontane. Ideale per amanti di noir, avventura, mistero. Ambientato in Baviera nel 1668, racconta la storia di Jakob Kuisl, boia di Schongau, in viaggio con la sua famiglia verso Bamberga, per presenziare alle nozze del fratello Bartholomäus e fare visita al figlio Georg, che con lo zio sta facendo apprendistato per diventare anche lui boia. È proprio durante il viaggio che iniziano i misteri. Qualcuno mormora che nella foresta di Hauptsmoor si aggira un mostro. Quella che sembra solo una leggenda si scopre invece essere indizio di una inquietante verità.
Ancora narrativa italiana con Tommaso Avati, figlio del regista Pupi, che firma “Quasi tre” (Fabbri). Protagonisti una coppia, due maialini, tre genitori disfunzionali. Sotto i riflettori l’amore di oggi, anche con le sue difficoltà. Dopo undici anni di matrimonio, con la speranza ormai abbandonata di avere figli, Raffaele e Benedetta, entrambi over40, scoprono di essere prossimi a diventare genitori. Lei è segretaria in un’agenzia romana per lo spettacolo e appassionata di cucina, lui è uno sceneggiatore mancato riciclatosi insegnante, figlio d’arte nell’eterna attesa di sfondare nel cinema. A spezzare la routine anche del rapporto, la notizia inattesa della gravidanza che diventa l’occasione per ripensare la vita.
Ideale per le festività “L’albero di Natale e altri racconti” (Elliot), che riunisce racconti di più autori noti legati al Natale, da Charles Dickens, Thomas Hardy, G.K. Chesterton a O. Henry, Louisa May Alcott, Emma Orczy e Ring Lardner.
 
FOTOGRAFIA
È di oltre cinquecento pagine per un totale di circa 350 fotografie il tesoro racchiuso nel volume “Lewis W. Hine. America at Work”, a cura di Peter Walther (Taschen). Hine, fotografo ma anche insegnante e sociologo, è stato uno dei primi a utilizzare l’obiettivo come strumento documentario, concentrando la sua attenzione su condizioni di lavoro, alloggi, situazione degli immigrati arrivati a Ellis Island. Alle sue immagini, scattate nei cotonifici, nelle fabbriche, nelle miniere di carbone e nei campi dove lavoravano anche i bambini, sono riconducibili molte delle nostre conoscenze sulla vita lavorativa in America all’inizio del XX secolo. Un viaggio dalle primissime foto social-documentarie alle ultime più artistiche e interpretative, senza dimenticare gli storici scatti della costruzione dell'Empire State Building e la sua messa in scena simbiotica di uomo e macchina come commento sulla crescente industrializzazione. Le immagini sono accompagnate da un saggio del curatore sulla vita di Hine e sul suo lavoro.
 
VIAGGI
Gli appassionati di viaggi che amano cambiano orizzonte anche senza allontanarsi da casa non resisteranno a “Burton Holmes. Travelogues. The Greatest Traveler of His Time”, anche questo edito da Taschen. Vissuto tra la fine dell’Ottocento e la metà del Novecento, Holmes ha dedicato la sua vita a esplorare il mondo e raccontare l’esito delle sue peregrinazioni, dai boulevard parigini alla Grande Muraglia in Cina, dalla costruzione del canale di Panama fino all'eruzione del Vesuvio del 1906. Holmes viaggiava per tutto il mondo durante l'estate e attraversava gli Stati Uniti in inverno tenendo conferenze-spettacolo su quanto aveva visto. Nel 1904 ha coniato il termine "diario di viaggio" per pubblicizzare la sua performance. In due ore trasportava il pubblico lontano, grazie ai suoi coinvolgenti racconti “animati” da proiezioni di diapositive in vetro, lanterne dipinte a mano multiuso e alcune delle prime "immagini in movimento". Holmes ha visitato ogni continente e quasi tutti i Paesi.
 
MODA
“Wax & Co - Antologia dei tessuti stampati d'Africa” di Anne Grosfilley, antropologa specializzata nel tessile e nella moda dell’Africa, (L’Ippocampo) approfondisce il trend dei tessuti africani, in particolari di colori e grafiche del wax. Nato a metà del XIX secolo, questo batik industriale messo a punto dagli olandesi, vanta una storia che corre tra Europa, Africa e Asia. Era infatti destinato agli indonesiani. Il successo però gli arriverà in Africa occidentale dove farà la ricchezza delle Nana Benz. Attraverso la sua collezione di tessuti, l’antropologa propone un’articolata indagine di tessuti e tendenze guardando alla storia degli stampati africani, sollecitando pure la riflessione sui trend di oggi, alla ricerca delle origini di alcuni dei motivi che anche oggi conquistano le passerelle. Dello stesso marchio una fortunata – e irresistibile - collana dedicata alle collezioni dei più grandi stilisti e griffe, a partire da Chanel.
 
ARREDO
Strizza l’occhio alla moda, illustrando però i trend dell’arredo, “Sotto i Tetti di Parigi” di Ines de la Fressange, top model e icona di stile, e Marin Montagut, artista-globe trotter, sempre edito da L’Ippocampo. Lo stile entra in casa in piccole “lezioni” di arredo per rinnovare gli arredi e mostrare in ogni casa la personalità di chi la abita. Lontano da stereotipi e dettami noti, il volume propone una selezione di interni parigini caratterizzati da un mix di stile e suggesrioni, con oggetti trovati nei mercatini, ricordi di viaggi o reperti trovati nella soffitta di famiglia. Dal racconto dei materiali che comunicano calore alla “poesia” di design che confessano  il temperamento, ogni casa diventa un vero e proprio autoritratto di chi ci vive, raccontando cosa ama, come accoglie, forse anche cosa sogna. Gli acquerelli di Marin Montagut illustrano gli elementi essenziali di ogni ambiente.
 
MUSICA
Doppia proposta per la musica. Arcana edita “L’Enciclopedia del rock”, composta da oltre 1600 schede su artisti, gruppi, produttori e discografici che hanno fatto e ancora fanno la storia del rock, con oltre ventimila gli album citati in 1670 pagine. Il progetto dell’Enciclopedia del Rock di Arcana, originariamente in singoli volumi divisi per decenni, è di Riccardo Bertoncelli. La prima edizione del volume Anni ’90 è a cura di Ezio Guaitamacchi.
L’editore propone anche “Bob Dylan in Italia. Un fantastico viaggio in 100(uno) concerti” di Federico Boggio Merlo e Sergio Gandiglio, che ripercorre  le tappe italiane dei tour di Dylan appunto, a partire dal primo concerto nel 1984. Tra aneddoti e curiosità un lungo racconto dei live, che ripercorre pure le reazioni del pubblico e i commenti della critica specializzata.
 
 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Per cena compra il mouse». Strane mamme su WhatsApp

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma