Il premio Viareggio a Renato Minore, Emanuele Trevi e Saverio Ricci

Sabato 24 Agosto 2019
Renato Minore
Emanuele Trevi con «Sogni e favole» (Ponte alle Grazie), Renato Minore con «O caro pensiero» (Aragno) e Saverio Ricci con «Tommaso Campanella» (Salerno editrice) sono i tre vincitori, rispettivamente delle sezioni narrativa, poesia e saggistica, della novantesima edizione del Premio letterario Viareggio-Rèpaci 2019, che si è svolto stasera al Principino di Viareggio (Lucca). Giovanna Cristina Vivinetto autrice di «Dolore minimo» (Interlinea) ha ritirato il Premio Viareggio Opera Prima.

I vincitori sono stati proclamati dalla giuria presieduta da Simona Costa e composta da Maria Pia Ammirati, Marino Biondi, Luciano Canfora, Ennio Cavalli, Marcello Ciccuto, Franco Contorbia, Francesca Dini, Paolo Fabbri, Piero Gelli, Emma Giammattei, Sergio Givone, Giovanna Ioli, Giuseppe Leonelli, Mario Graziano Parri, Gabriele Pedullà, Federico Roncoroni, Anna Maria Torroncelli, Costanza Geddes da Filicaia (segretaria letteraria).

Nel corso della serata, condotta dallo scrittore Paolo Di Paolo, coadiuvato per la presentazione dei vincitori dei premi speciali da Walter Veltroni, sono stati assegnati anche cinque riconoscimenti speciali per festeggiare i 90 anni del Premio. Il Premio Speciale Viareggio 90 è stato conferito al maestro Riccardo Muti, il Premio Giornalistico a Eugenio Scalfari (non ha potuto essere presente e ha ritirato per lui il premio Luigi Vicinanza, condirettore editoriale di Gedi News Network), il Premio del Presidente della Giuria al giurista Sabino Cassese, il Premio Città di Viareggio al cantautore Gino Paoli e il Premio internazionale « Viareggio-Versilia» al regista Marco Bellocchio. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma