Da Paul Getty a Marta Russo, da oggi in edicola con Il Messaggero “I gialli di Roma” Tutte le uscite

Da Paul Getty a Marta Russo, da oggi in edicola con Il Messaggero I gialli di Roma Tutte le uscite
di Ernesto Menicucci
4 Minuti di Lettura
Venerdì 6 Agosto 2021, 02:39 - Ultimo aggiornamento: 7 Agosto, 13:17

È la storia dei casi celebri di cronaca di Roma, ma in fondo è anche un po’ la storia della Capitale e, in qualche modo, anche un pezzo di storia degli ultimi quasi 50 anni del Messaggero. Perché attraverso i racconti di Flaminia Savelli, che ha messo insieme in tre volumi ben trenta casi di cronaca nera, tra omicidi, sequestri e stupri, c’è un pezzo di tutti noi: chi quegli eventi li ha vissuti in presa diretta, chi li ha raccontati – come i nostri cronisti e fotografi –, chi magari li ha semplicemente sentiti raccontare mille volte. Fatti che hanno scandito la cronaca dall’inizio degli anni 70 ad oggi, a cominciare dai dieci casi che vengono affrontati nel primo volume della collana (tre uscite in tutto) di volumi in vendita con il Messaggero. 


I CASI
Si parte dal rapimento di Paul Getty, con i sequestratori che mandarono proprio al nostro giornale le lettere e l’orecchio tagliato del rapito, con la risposta attraverso il quotidiano da parte della madre. Una vicenda drammatica, che ha inchiodato per mesi (dal sequestro in piena estate alla liberazione del 15 dicembre sulla Salerno-Reggio Calabria) e che è stata raccontata al cinema da Ridley Scott. Ma poi, nel primo volume, c’è anche il caso del massacro del Circeo, delle povere Rosaria Lopez e Donatella Colasanti (alle quali è stata dedicata un’area verde in zona San Paolo), torturate, seviziate, violentate da Angelo Izzo, Andrea Ghira e Gianni Izzo: la Lopez venne uccisa nella vasca da bagno, la Colasanti riuscì a fuggire. E tantissime altre storie, un filo rosso che cuce il contesto politico e culturale di quegli anni.

Le trame in Vaticano, con l’ombra della banda della Magliana per la sparizione di Emanuela Orlandi. Gli anni di piombo con l’efferato delitto, dentro casa, praticamente sotto gli occhi della madre e del padre, di Valerio Verbano, il ragazzo militante dell’estrema sinistra, nel quartiere Montesacro. L’incredibile vicenda del “Canaro” della Magliana, al secolo Pietro De Negri, che si ribellò al suo aguzzino (Giancarlo Ricci) chiudendolo dentro una gabbia e torturandolo fino alla morte, personaggio reso magistralmente al cinema da Marcello Fonte in “Dogman”, palma d’oro a Cannes nel 2018 come miglior attore.

Alcune delle pagine più belle scritte sul “Canaro” sono proprio quelle uscite sul Messaggero: come l’intervista che realizzò Mariella Regoli quando De Negri uscì dal carcere. E poi ancora la spy story su Davide Cervia, il, militare italiano scomparso a Velletri di cui si è occupata di recente anche l’ex ministro della Difesa Elisabetta Trenta, velletrana anche lei. E le due vicende, una più lontana e una più vicina, del mondo ultrà: la morte a Milano del tifoso romanista Antonio De Falchi e quella di Ciro Esposito, napoletano, colpito dalla mano di Daniele De Santis a Tor di Quinto prima della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina nel 2014.

Naturalmente, non possono mancare i grandi “gialli” irrisolti o solo parzialmente risolti: la tragica fine di Marta Russo all’Università La Sapienza, il delitto di Simonetta Cesaroni a via Poma, in una Roma assolata, agostana e deserta. Il tutto ricostruito dal racconto della nostra cronista, che ha attinto ai pezzi degli inviati di punta e ai fotografi (come Rino Barillari, uno su tutti) del Messaggero. Si parte sabato prossimo, poi sono previste altre due puntate, il 21 agosto e il 4 settembre, con altri dieci casi a volume: il delitto Montesi, quello di Pier Paolo Pasolini visto da Giancarlo Del Re e Bruno Tucci, la cronaca H24 fatta tra gli altri da Aldo De Luca dei tentativi di salvare Alfredino, l’uccisione di Alberica Filo della Torre all’Olgiata, il rapimento del conte Grazioli da cui partì il cammino criminale della Magliana. La storia del Messaggero, di Roma, di tutti noi. Buona lettura.

A partire da oggi, 7 agosto, con Il Messaggero esce in edicola (in abbinamento facoltativo) un libro della collana “I gialli di Roma” a cadenza bisettimanale. Ogni sabato il volume sarà venduto al prezzo di copertina di € 4,90 (oltre al prezzo del quotidiano). Ogni libro rimarrà in edicola due settimane. L’offerta è valida solo nel Lazio e in provincia di Grosseto. Le altre due uscite sono previste il 21 agosto e il 4 settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA