Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

All'ospedale Goretti 200 visiere prodotte da un gruppo di volontari

All'ospedale Goretti 200 visiere prodotte da un gruppo di volontari
2 Minuti di Lettura
Sabato 4 Aprile 2020, 18:13

Questa mattina sono state consegnate all'ospedale Santa Maria Goretti di Latina circa 200 visiere protettive prodotte da un gruppo di volontari, che si sono messi a disposizione per realizzare i dispositivi.

L’iniziativa è partita da un’idea di Giampietro Bordignon con la sua Asd Nuovo Latina, il quale ha coordinato i volontari e il progetto insieme al Comune di Latina, l’assessora Simona Lepori, il consigliere Dario Bellini, la dottoressa Elettra Ortu La Barbera e la consigliera e radiologa del Goretti Maria Grazia Ciolfi. La consegna in ospedale è avvenuta alla presenza del sindaco Damiano Coletta.

“In particolare ci teniamo a ringraziare Giorgio e Alessandro Scarpa, Fabrizio Cuseo, Cristian Melotto, Alessandro Rossi, Paolo Bianco, Gianmarco Montemurro, Sabrina Ganelli che hanno prodotto queste visiere e lavorato ininterrottamente per giorni per realizzare questo semplice ma utilissimo presidio sanitario. Hanno peraltro annunciato che la produzione sta andando avanti e che si prevede a breve la donazione di un altro stock di altre 200 visiere. Un’altra produzione è stata avviata anche da altri due imprenditori locali: Piera e Pierluigi Moretti. La consegna, prevista già la prossima settimana, è per la protezione civile e riguarda mascherine miste, tra monouso e lavabili. Siamo grati a nome della città per queste iniziative di solidarietà e siamo anche molto fieri di come sta reagendo Latina all’emergenza coronavirus, tra il rispetto delle norme di sicurezza e la solidarietà da più parti: la città sta mostrando la parte migliore di sé, e di questo non possiamo che essere orgogliosi” commenta Bellini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA