Prende il treno in corsa a Termini e viaggia aggrappato all'esterno dell'ultimo vagone: denunciato

Martedì 25 Febbraio 2020
Prende il treno per Latina in corsa e viaggia aggrappato all'esterno dell'ultimo vagone: denunciato

Per non perdere il treno appena partito dalla stazione Termini si è letteralmente lanciato riuscendo ad afferrare il maniglione esterno della porta dell'ultimo vagone. E lì è rimasto. Aggrappato con i binari che sfrecciavano sotto di lui, in pericoloso equilibrio sul predellino, mentre il convoglio viaggiava verso Latina. Una scena da film, ma in realtà M.J., 34 anni, originario del Bangladesh, residente a Napoli con regolare permesso di soggiorno ha rischiato la vita.

Per sua fortuna il personale di Trenitalia quando si è accorto di quanto stava accadendo ha fatto fermare il treno in prossimità della stazione di Torricola. Questo vuol dire che l'uomo ha viaggiato all'esterno del convoglio per undici chilimetri. a Torricola il trentaquattrenne è stato fatto salire a bordo e il controllore ha scoperto che aveva perfino il regolare biglietto e voleva solo evitare di perdere il treno, ma con il suo pericoloso comportamento ha causato un ritardo di circa 30 minuti al convoglio diretto a Napoli via Latina.

LEGGI ANCHE --> Guasto al treno: il Roma-Pescara fermo tra Lunghezza e Tivoli

Una volta ripartito il treno, il personale ha avvisato la Polizia di Stato e alcuni agenti sono saliti a bordo a Cisterna dove l'uomo è stato identificato e denunciato in stato di libertà per Interruzione di servizio pubblico. «Il trentaquattrenne si è detto stupito dell’intervento della Polizia - raccontano gli agenti - ritenendo di non aver fatto nulla di male e dichiarando che era sua intenzione entrare all’interno dei vagoni del treno alla prima stazione di fermata». Un comportamento sconsiderato che poteva costargli la vita.

Ultimo aggiornamento: 15:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Dalla candeggina ai contagi: ecco le bufale su cani e gatti

di Marco Pasqua