Una provincia da record al volante, a Latina in auto 298 giorni l'anno. Soprattutto di notte

Sabato 8 Dicembre 2018 di Marco Cusumano
Latina è la provincia più nottambula del Lazio, nel senso che si trascorre più tempo al volante, di notte, rispetto alle altre zone. E' uno dei dati che emergono dall'analisi dell'osservatorio Unipolsai sulle abitudini di guida, basata sui dati registrati nelle scatole nere montate sulle auto.
Negli ultimi cinque anni, in base alla rilevazione, è cresciuto l'utilizzo dell'auto nel Lazio, circa 3 giorni in più, ma per tratte più brevi, circa 550 km in meno. Il giorno di maggior movimento è il venerdì, nel Lazio si trascorre in media 1 ora e 29 minuti al giorno in automobile a una velocità media di 29,9 km/h.

A Latina si percorrono in media 44 km al giorno, 13.154 all'anno (di cui il 5% di notte), a una velocità media di 30,5 km/h. L'auto si usa 298 giorni all'anno, il valore più alto nel Lazio insieme a Frosinone. A Viterbo e Rieti l'uso è di 284 giorni, a Roma scende a 275 giorni. Nel Lazio si percorrono 12.541 km l'anno, 300 in più rispetto alla media nazionale, in media 45 km al giorno. In occasione della quinta edizione dell'Osservatorio, UnipolSai ha confrontato i dati del 2013 con quelli del 2017 al fine di analizzare e individuare su un ampio periodo di tempo, le variazioni dei trend e delle abitudini degli italiani al volante in un arco temporale caratterizzato dalla ripresa economica.
«Rispetto a 5 anni fa i dati dell'Osservatorio evidenziano un utilizzo più frequente dell'auto (3 giorni in più rispetto al 2013), ma per tratte più brevi (sono stati percorsi circa 500 km in meno) e un incremento del traffico, testimoniato dall'aumento della permanenza quotidiana al volante di 3 minuti unito a una riduzione di 3 km/h della velocità media» spiega Enrico San Pietro, Condirettore Generale Assicurativo UnipolSai.
In media i laziali passano 17 giorni (calcolando le intere 24 ore) l'anno al volante, dato in linea con la media nazionale. «Il minore utilizzo dell'auto nell'area metropolitana di Roma (i romani utilizzino l'auto 23 giorni l'anno meno di chi vive a Latina e percorrano 1.356 km annui in meno rispetto a chi vive a Rieti) ha osservato San Pietro è spiegato dalla difficoltà nel trovare parcheggi, la possibilità di servirsi di mezzi pubblici, l'attitudine all'uso delle due ruote (bicicletta o scooter), l'utilizzo crescente di forme di mobilità alternativa (car/bike sharing, taxi) e la facilità di accesso a mezzi alternativi di trasporto quali per esempio l'Alta Velocità». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma