"Ti ci porto io a Sermoneta", navetta turistica nei fine settimana

"Ti ci porto io a Sermoneta", navetta turistica nei fine settimana
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 21 Luglio 2021, 11:36

Si chiama “Ti ci porto io a Sermoneta” ed è il progetto del Comune per  offrire un’opportunità a turisti e visitatori di non dover utilizzare l’auto per spostarsi. L'iniziativa dell’amministrazione comunale, in collaborazione con la società Gioiabus, prevede un servizio di bus navetta tutti i fine settimana di luglio, agosto e settembre, che collega la stazione di Latina-lato Sermoneta, il giardino di Ninfa, l’Abbazia di Valvisciolo e il centro storico di Sermoneta con otto corse giornaliere.

Nella stagione estiva Sermoneta è meta di turisti attratti dalla ricchezza storico-paesaggistica e dalle numerose manifestazioni promosse sul territorio. «Dopo le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria, si sta sviluppando il “turismo di prossimità”, alla riscoperta delle bellezze dei territori da parte di visitatori provenienti dalla provincia di Latina e da Roma - spiegano dal Comune - Per limitare il traffico veicolare e tutti i problemi ambientali che ne derivano, l’amministrazione   ha ottenuto uno specifico finanziamento da parte della Regione per incrementare il trasporto locale nei fine settimana per tutta l’estate».


Il servizio è attivo dalle 8.30 dalla stazione ferroviaria con corse intervallate di un’ora e fino alle 18.30, armonizzate agli orari di arrivo e partenza dei treni e con tappe a Ninfa, Valvisciolo e fino al borgo medievale. Il biglietto, del costo di 1,20 euro, può essere fatto direttamente a bordo. I turisti troveranno ad attenderli un pulmino ben riconoscibile e a loro disposizione.


«Vogliamo incentivare il turismo senza appesantire il traffico locale e, anzi, consentire a chi arriva a Sermoneta col treno di potersi muovere comodamente utilizzando i mezzi pubblici – spiega il sindaco Giuseppina Giovannoli – Vogliamo che il turista possa avere l’opportunità di godere delle nostre eccellenze senza la necessità dell’auto».

 
--

© RIPRODUZIONE RISERVATA