Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tumore al seno, un successo la Regata delle Rondini

Tumore al seno, un successo la Regata delle Rondini
di Laura Pesino
2 Minuti di Lettura
Martedì 31 Maggio 2022, 10:45

Sedici barche a vela, tra i 9 e i 13 metri, hanno preso il largo domenica nelle acque di San Felice Circeo per una veleggiata sportiva solidale organizzata dal comitato di Latina dell'Andos, l'Associazione nazionale donne operate al seno. E' la Regata delle Rondini, un grande evento che ha riunito 50 donne associate provenienti dal capoluogo pontino e dai comitati di Anzio e Nettuno, Velletri, Sezze e Fondi, per promuovere l'importanza della diagnosi precoce e della prevenzione nella lotta ai tumori. Ma quella di domenica è stata anche un'importante occasione di svago, serenità e condivisione per le donne che hanno combattuto o stanno lottando contro la malattia.

L'Andos è infatti costantemente impegnata in un'opera di sostegno delle donne operate di tumore al seno accogliendole in ogni fase del percorso diagnostico terapeutico, ma al contempo promuove e favorisce l'adesione ai programmi di screening regionali, la cui importanza è stata sottolineata nel suo intervento di apertura proprio dalla presidente Paola Bellardini. La giornata è poi proseguita con i saluti del comandante della guardia costiera di San Felice Circeo Antonio Caserta e del presidente del Circeo Yacht Vela Club Franco Borsò. Alle 10 in punto poi, su un mare poco mosso e spinte da un vento teso, le barche sono partite dal porto navigando nelle acque antistanti il Circeo e in poco più di un'ora hanno concluso il percorso di 6 miglia tracciato dal Circeo Yacht Vela Club.

Le operazioni di ormeggio e disormeggio sono state seguite dagli uomini della cooperativa Circeo 1°, che hanno anche agevolato l'imbarco e lo sbarco delle donne ospiti in massima sicurezza, mentre i militari della guardia costiera hanno assicurato l'assistenza in mare per tutta la durate della veleggiata. Conclusa la regata, oltre 160 persone presenti hanno partecipato all'evento gastronomico offerto dall'Accademia della cucina mediterranea, coordinata dal presidente Franco Bruno, che ha preparato un buffet a base di pesce e verdure, vino e dolci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA