Tripletta tutta africana alla Gaeta-Formia: positivo
il sesto posto del formiano Francesco Mallozzi

La partenza della Gaeta-Formia
di Andrea Gionti
Un successo oltre le più rosee previsioni. L’11esima edizione della classica del sud pontino, la “Gaeta-Formia”, ha regalato grande spettacolo sulle strade delle due città con l’arrivo di 1.200 runners provenienti dal Lazio, dalla Campania, dall’Abuzzo e dal Molise che hanno percorso i 10 km partendo da Gaeta, dal caratteristico molo di Santa Maria nel quartiere medievale, per poi arrivare alla pineta di Vindicio con la salita del Caposele denominata “Pietro Mennea”, dedicata al velocista barlettano che si allenava spesso in quel tratto. Poi il passaggio nella centralissima via Vitruvio fino all’arrivo a Largo Paone. Sul podio i tre portacolori della podistica “Il Laghetto” di Napoli, con il successo di Aich Youssef che ha coperto i 10 km con il tempo di 31’47” precedendo in volata il connazionale Roqti Abderrafii (31’48”) e Kadiri Hamid (32’00). Ottima la prestazione del formiano Francesco Mallozzi, sesto nella classifica generale con il crono di 33’15” e tra le donne prima assoluta un’altra tesserata della Podistica “Il Laghetto”, Janat Hanane (35’51”). Tra le società affermazione dell’Amatori Marathon Frattese con 100 atleti presenti, seguita dalla Podistica Il Laghetto con 91 e dalla Podistica Normanna di Aversa con 90. Apprezzabili anche le prove degli atleti locali della Poligolfo, Riccardo Ciano, Michele Tomao, Emanuele Alemanno e del capitano Lorenzo Mevo, premiato con l’11° trofeo del Memorial Paone.
La gara è soltanto l’apripista di una serie di appuntamenti come la Stracittadina nel mese di aprile, il Let’s Sky Trail a maggio a Maranola, il Giro a tappe di Ponza dal 2 al 5 luglio e infine il 22° Giro delle Contrade a Trivio. Entusiasta il presidente del club formiano Giulio Di Russo: «Siamo passati dai 300 della prima edizione ai quasi 1.200 di quest’anno e già questo è sinonimo di grande orgoglio per noi. Un ringraziamento va a tutti i nostri soci e a chi ha collaborato nella riuscita dell’evento che ha riscosso notevole adesione anche grazie alle perfette condizioni meteo. Poi – conclude Di Russo – correre una gara ammirando la bellezza di mari e monti in un panorama unico ha spinto ancor di più gli atleti a venire nella nostra zona. Puntiamo a fare meglio nel 2019».
 
Luned├Č 12 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 21:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP