Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tartaruga marina salvata al largo di Latina
e curata: liberata ieri nelle acque del Circeo

La tartaruga marina con gli agenti della Forestale di Fogliano
di Aldo Cepparulo
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Dicembre 2014, 19:14 - Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre, 11:34

LATINA Una ventina di giorni fa era stata salvata da alcuni pescatori nel tratto di mare antistante il canale di Rio Martino. E’ uno splendido esemplare adulto di tartaruga marina appartenente alla specie “Caretta caretta” considerata stanziale nel Mediterraneo e comunque annoverata fra le specie animali in via d’estinzione: ad alto rischio di sopravvivenza.

La tartaruga salvata a Rio Martino annaspava nel mare ed era semiparalizzata da alcune plastiche che l’avevano avvolta, inoltre aveva anche ingerito alcuni rifiuti di plastica e rischiava di soffocare.

Affidata alla Forestale è stata presa in consegna dall’ispettore superiore Roberto Maier che lavora a Fogliano presso l’Ufficio territoriale per la biodiversità e collabora con il Centro recupero fauna selvatica del Parco nazionale del Circeo creato dal veterinario Alessandro Bettosi che ha anche visitato la tartaruga. Il dottor Bettosi, che vive a Sabaudia, attualmente guida il comando provinciale della Forestale di La Spezia.

La tartaruga è stata amorevolmente curata dagli uomini di Fogliano e rimessa in forze seguendo un preciso protocollo di recupero. Ieri, finalmente, dopo essere stata esaminata dai biologi marini della Stazione zoologica “Anton Dohrn” di Napoli, uno tra i più importanti enti di ricerca al mondo nei settori della biologia marina e dell'ecologia, è stata liberata al largo del Circeo a cura della Forestale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA