Taekwondo: agli Us Open di Las Vegas, l'azzurrino di Latina Daniel Lo Pinto sfiora le semifinali

Daniel Lo Pinto
di Andrea Gionti
Un doppio appuntamento internazionale che ha regalato perfomance rilevanti ai portacolori del Taekwondo 16 Latina. Nello scenario dell’Us Open 2018 di Las Vegas nel Nevada c’era molta attesa per vedere all’opera il vice campione italiano dei -58kg Daniel Lo Pinto, che ha destato particolare impressione nella categoria senior dei -54 km fermandosi 19-26 ad un passo dalle semifinali contro il messicano Jorge Hernandez, salito poi sul gradino più basso del podio. Nel suo cammino l’azzurrino e figlio d’arte aveva battuto il padrone di casa Van Mitchel Bactista (24-18) e il giapponese Ryuta Matsui al golden point per superiorità. Un riscatto meritato per Lo Pinto, che era stato battuto nel 2017 per 20-9 dal nipponico al Croatia Open di Zagabria. «Daniel è stato molto bravo. Peccato per quel forte mal di schiena che si trascinava dietro dai tricolori di gennaio a Fondi, che non gli ha permesso di combattere al 100%. Comunque per lui una prestazione brillante  in una kermesse di questo prestigio», commenta il maestro Giovanni Lo Pinto. Da Las Vegas al quadrato tedesco di Stoccarda che ha ospitato la prima edizione della Coppa del Presidente. Era presente il giovanissimo Manuel Millefiori nella -41kg Cadetti: purtroppo per l’enfant prodige latinense l’eliminazione al primo turno per 13-11 in un incontro sfortunato di soli due round invece dei tre tradizionali.
Venerd├Č 9 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 21:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP