Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Suv investe ragazza mentre attraversa in via Epitaffio. Inascoltate le richieste di intervento per un nuovo semaforo

Suv investe ragazza mentre attraversa in via Epitaffio. Inascoltate le richieste di intervento per un nuovo semaforo
di Marco Cusumano
3 Minuti di Lettura
Giovedì 21 Aprile 2022, 11:13

Un impatto violentissimo che l'ha trascinata per circa venti metri sull'asfalto di via Epitaffio, davanti agli occhi delle compagne. Drammatico incidente ieri mattina vicino alla fermata dell'autobus all'incrocio con strada Piscinara, a pochi passi da Latina Formazione Lavoro. Come ogni giorno centinaia di studenti utilizzano quella fermata per raggiungere la struttura dove seguono corsi professionali per l'inserimento nel mondo del lavoro.
Ieri mattina Chiara, 30 anni, è scesa dall'autobus proveniente da Norma, si è avvicinata verso la strada e ha deciso di attraversare rapidamente. Proprio in quel momento stava arrivando un'auto di grossa cilindrata, un Suv Maserati Levante, che ha colpito in pieno la giovane scaraventandola a circa venti metri di distanza. Un impatto violentissimo avvenuto davanti agli occhi terrorizzati delle amiche di Chiara, rimaste sul ciglio della strada.

La giovane è stata soccorsa immediatamente dai numerosi testimoni presenti e dal guidatore del Suv. Poco dopo si è fermato un infermiere dell'ospedale che stava passando in quel momento, in attesa dell'arrivo dei colleghi del 118. I sanitari hanno subito capito che le condizioni della giovane erano molto gravi, per questo è stata allertata l'eliambulanza per il trasferimento a Roma. Ma la giovane ha avuto un ulteriore peggioramento con un arresto cardiaco che ha spinto i soccorritori a cambiare destinazione, trasferendo Chiara all'ospedale Goretti di Latina dove è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico.

Secondo le testimonianze raccolte e dai primi rilievi effettuati dalla polizia Stradale, il quadro sembra descrivere un comportamento poco prudente da entrambe le parti: la ragazza ha attraversato fuori dalle strisce pedonali con passo veloce, ma l'auto probabilmente procedeva a velocità sostenuta. Chiara è stata l'unica a staccarsi dal gruppetto in attesa di attraversare la strada, forse potrebbe aver valutato erroneamente la distanza dall'auto in arrivo, ma è anche vero che la vettura, vedendo la presenza di numerosi ragazzi sul ciglio della strada, avrebbe dovuto procedere a velocità più bassa. Saranno comunque le ulteriori indagini della polizia Stradale a stabilire eventuali responsabilità, il test per verificare tracce di droga e alcol sul guidatore del Suv ha dato esito negativo.

Chiara segue un corso professionale per adulti per diventare barista e aiuto cuoco. «E' una persona sempre allegra e vivace - raccontano a Latina Formazione Lavoro - perfettamente a suo agio nel suo ruolo al bar dell'istituto dove effettua la pratica che le servirà per ottenere l'attestato professionale. Speriamo riesca a riprendersi».

L'incidente ha sconvolto la piccola comunità di Norma, dove Chiara vive, ma anche l'istituto professionale di via Epitaffio dove da tempo si chiede un intervento concreto per mettere in sicurezza l'attraversamento pedonale. L'amministratore di Latina Formazione Lavoro, Gianluca Cecchet, ha inviato numerose lettere al Comune e al comando di Polizia Locale sottolineando la pericolosità dell'attraversamento per raggiungere l'istituto frequentato da 740 allievi e chiedendo dissuasori, segnaletica e un semaforo al posto dell'attuale lampeggiante. Per adesso nessuna misura è stata adottata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA