Al Supercinema di Latina verrà proiettato il film "Primadonna", interviene Marta Savina

Al Supercinema di Latina verrà proiettato il film "Primadonna", interviene Marta Savina
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Dicembre 2023, 16:41


Il 7 dicembre al Supercinema 2.0 di Latina, verrà proiettato il film "Primadonna" di Marta Savina, inserito nel programma di Cinema, Storia & Società, del Progetto Scuola ABC, che accompagna gli studenti delle Scuole Superiori di Roma e Lazio alla scoperta della settima arte.

L'incontro prevede la presenza, oltre che della regista, di Livia Turco, Presidente della Fondazione Nilde Iotti, Giovanna Pugliese, Coordinatrice Progetti Scuola ABC, Giuseppe Schiboni, Assessore al lavoro, Università, Scuola, Formazione, Ricerca, Merito della Regione Lazio, e la moderazione di Roberta Serdoz. 

LA STORIA

rimadonna, il film diretto da Marta Savina, è ambientato in Sicilia durante gli anni Sessanta e racconta la storia di Lia (Claudia Gusmano), una ragazza di 21 anni, che coltiva la terra insieme al padre nonostante sia "femmina" e che per l'epoca sia più adatto che lei stia in casa insieme alla madre e si dedichi alla cura della casa e alle altre faccende domestiche. Lia è una donna molto bella, tenace e con un carattere riservato. Lorenzo Musicò (Dairo Aita), figlio del boss del paese, rimane subito ammaliato dallo sguardo fiero e sfuggente della ragazza. Lia, però, rifiuta le sue avances, provocando l'ira del giovane che deciderà di prendere con la forza ciò che gli è stato negato. Quando a Lia viene proposto il matrimonio riparatore, la ragazza va contro queste regole sociali non scritte e fa qualcosa che in quel periodo nessuno si avrebbe mai immaginato: rifiuta le nozze e decide di portare sia Lorenzo che i suoi complici in tribunale.

Cinema Sotria & società è il modulo didattico dedicato alla settima arte che si inserisce nei Progetti Scuola ABC, che accompagnano gli studenti e le studentesse delle scuole secondarie alla scoperta del cinema e dell’audiovisivo, della scrittura, della musica, del teatro,  della storia e dei luoghi unici di Roma e della regione Lazio. Il modulo Cinema, Storia & Società si propone di raccontare da un lato, il Novecento attraverso le storie, le immagini, i protagonisti e gli interpreti del grande cinema italiano e internazionale, dall'altro di raccontare quel che accade nel mondo odierno, denso di conflitti e contraddizioni.

Alcuni grandi film hanno la stessa importanza e forza espressiva di un’opera letteraria o di un affresco, capolavori dal valore inestimabile, che ci aiutano a costruire quella memoria collettiva che lega il nostro presente, a volte turbolento e complicato, al passato. 

A questo filone legato al grande schermo si aggiunge un altro percorso che riguarda altre tipologie di immagine. Al percorso principale, infatti, verrà affiancata una sezione che andrà a indagare la serialità televisiva, ma anche le clip e l’audiovisivo in genere.

La serialità televisiva è un fenomeno pervasivo dell’ultimo decennio. La qualità delle produzioni si è molto innalzata, raggiungendo altissima qualità e grande popolarità, come avvenne con il romanzo ottocentesco alla Dickens o alla Dumas. La clip invece è un atomo di immagine in movimento, può accompagnare la musica, o essere un frammento di stories sui social. 

Tra gli appuntamenti previsti c’è il Meeting di Cinema&Storia, realizzato in collaborazione con Cinecittà, una full immersion da tenersi in un luogo simbolo della memoria, per far conoscere alle ragazze e ai ragazzi i luoghi attraversati dalla Storia in un incontro fra formazione, visione di opere cinematografiche e momenti di approfondimento.

Studenti e docenti, con il contributo di registi, attori, sceneggiatori, critici e storici partecipano nel corso dell’anno a momenti di formazione, riflessione e confronto sui film e le serie TV selezionate, sui temi trattati e sulla società, in accordo con lo spirito di un “progetto sempre in movimento” e che, anno dopo anno, cerca di fornire - per immagini e parole-chiave - analisi e strumenti di interpretazione storica e sociale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA