Revisione per la Sep, i comitati cittadini chiedono di partecipare alla conferenza dei servizi

Venerdì 18 Settembre 2020

Non si ferma la protesta dei Comitati contro l'impianto Sep di Pontinia che chiedono di partecipare alla conferenza dei servizi sul procedimento di revisione dell'autorizzazione integrata ambientale.  «Solo alcuni giorni fa i consiglieri regionali della provincia di Latina, in piena campagna elettorale, hanno annunciato di voler chiudere a tutti i costi l’impianto di compostaggio Sep di Mazzocchio di Pontinia, sequestrato il 13 giugno del 2019 nell’ambito dell’inchiesta Smoking Fields - dicono i comitati di Mazzocchio, Boschetto Gricilli Macallè, Il Fontanile e Pontinia Ambiente e Salute  - ma il 14 settembre  sul sito della Regione  è apparso l’avviso di avvio del procedimento di revisione dell’autorizzazione integrata Ambientale per la stessa azienda. Ci aspettavamo una procedura di revoca e invece rischiamo che il procedimento si concluda con qualche raccomandazione e la possibilità per questo eco mostro di riaprire». 

Vedi anche > Rifiuti bruciati a Mazzocchio «Siamo la terra dei fuochi»

L’avvio del procedimento arriva a pochi mesi dal finanziamento di quasi due milioni di euro che dovrebbero servire per rimettere a nuovo la Sep. «Davvero non capiamo – continuano i cittadini –perché non sono stati spesi quei soldi per bonificare i terreni su cui la vecchia gestione Sep ha cosparso rifiuti, come accertato dalla Dda. Non capiamo perché si vogliano spendere soldi dei contribuenti per creare, da un capannone vetusto e inadeguato, un ennesimo impianto di compostaggio». Da qui la richiesta di partecipare alla conferenza di servizi: «Vogliamo guardare negli occhi tutti coloro che a parole si sono detti contrari alla Sep che ormai da quasi 30 anni ci sta asfissiando».

© RIPRODUZIONE RISERVATA