San Felice, riemerge dopo 25 anni il Cristo del Circeo: ora il restauro e un tour di sei mesi

Sabato 21 Ottobre 2017

Ecco le prime immagini del "Cristo del Circeo" riportato in superficie dopo 25 anni sui fondali al largo di San Felice.  Sotto il coordinamento del sindaco Giuseppe Schiboni e dell'assessore alla cultura del Comune, Rita Petrucci, il gruppo di appassionati composto da Sandro Signoriello e Marco Sottoriva ha riportato la statua in superficie con l'ausilio della pilotina Sirio della Cooperativa Ormeggiatori Circeo I e dei mezzi navali di Capitaneria di Porto, Guardia di Finanza e Vigili del fuoco.

Una volta riportata a terra, la statua sarà benedetta da don Carlo Rinaldi, parroco di Santa Maria degli Angeli per poi essere sottoposta a un restauro per eliminare alghe e altre concrezioni marine che si sono formate sul bronzo e per riparare eventuali danni subiti dal metallo per effetto delle correnti galvaniche.  

Il Cristo del Circeo dopo il restauro verrà esposto nella Chiesa parrocchiale e nei luoghi più significativi della città costiera tra cui il Presepe di Vigna La Corte durante il periodo natalizio, fino a quando, il 25 aprile 2018, tornerà al suo posto, a 18 metri di profondità, sulla Secchitella un miglio al largo del porto di San Felice dove lo hanno visitato fino ad ora 25mila subacquei. Il tuor dei prossimi mesi è l'occasione per far ammirrare anche ai non subacquei quello che è diventato un simbolo della Riviera d'Ulisse.

Ultimo aggiornamento: 16:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA