FONDI

Ristoranti pizzerie da incubo a Fondi e Ponza: blitz del Nas

Venerdì 24 Agosto 2018 di Barbara Savodini

Da tempo era recensito sempre peggio dai clienti che su Trip Advisor parlavano di locale sporco, pietanze scadenti, qualità pessima e prezzi esagerati eppure, complice una stagione oltremodo prospera per tutta l'isola, continuava a registrare un vero e proprio boom di presenze. È finita la pacchia per un ristorante pizzeria di Ponza, in località Le Forna, chiuso a seguito di un blitz del Nas.

Gli uomini coordinati dal capitano Felice Egidio, unitamente ai colleghi della locale stazione dei carabinieri e al personale della Asl, hanno effettuato un controllo capillare trovando una situazione “da incubo”. Pavimenti sporchi, frigoriferi vecchi e con ghiaccio risalente a chissà quando, piani di appoggio e di lavoro in condizioni pessime e servizi igienici non funzionanti sono solo alcuni dei particolari emersi durante il sopralluogo.

Al termine dell'ispezione al Nas non è restata altra scelta che far chiudere il ristorante fino alla completa rimozione di tutti gli inconvenienti rilevati. Nei confronti del titolare è scattata anche una sanzione da mille euro.

L'operazione è proseguita nel comune di Fondi, in un ristorante pizzeria altrettanto frequentato dai turisti in quanto ubicato lungo la Flacca, a due passi dal mare.

In questo caso le numerose irregolarità sono risultate di natura strutturale più che igienica tant'è che è stata elevata una sanzione da mille euro ma non è stata chiusa l'attività. Sono invece stati chiusi i laboratori per la lavorazione della carne e del pesce, estesi su una superficie di circa 100 metri quadrati e ritenuti abusivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA