Priverno: giovane nasconde la droga ma poi viene bloccato dai carabinieri

Sabato 21 Novembre 2020 di Sandro Paglia
Gazzella dei CC in azione.

Nel piano di prevenzione antidroga, messo in atto ieri dal capitano della Compagnia carabinieri di Terracina  Francesco Vivona, è incappato un giovane straniero di 26 anni domiciliato a Priverno, il quale è stato beccato dai carabinieri della stazione locale, guidati  dal vice comandante maresciallo Andrea Rossi, mentre stava per ritirare la droga nascosta nei pressi di un cavalcavia. Il fatto si è verificato al  "Ponte di Ferro", quando il giovane era sceso dalla propria autovettura per nascondere lo stupefacente, evidentemente da spacciare nella città privernate, per poi ripartire,  ritornando sul posto solo dopo qualche ora. E' stato questo andirivieni che ha messo nell'avviso i carabinieri locali, che erano appostati nei pressi della stessa strada, tanto che quando il giovane è tornato per prelevare lo stupefacente è stato bloccato con le mani nel sacco con ben 15 dosi di cocaina e 5 grammi di marijuana, quest'ultimi trovati invece nell'autovettura. Al giovane è stata sequestrata anche la somma di 120  euro. Alla fine è stato così arrestato e processato nella stessa mattinata odierna per direttissima da parte del pubblico ministero dottoressa Daria Munsurrò, ma è stato rimesso in liberta subito dopo con l'obbligo della firma, mentre il processo  è stato rinviato al mese di febbraio 2021.

Vedi anche > Massacrato di botte dopo gli spari, tre arresti per tentato omicidio. Nei guai padre e figli

© RIPRODUZIONE RISERVATA