GAETA

"Preservare il mare", a Gaeta il corso di formazione professionale per giornalisti con la Guardia Costiera

Mercoledì 24 Luglio 2019 di Giuseppe Mallozzi

"Impegno costante e comune per preservare il mare: sinergie comunicative, condivisione ed efficienza dell’informazione". E' stato questo il tema del corso di formazione per giornalisti organizzato dalla Federazione Nazionale Stampa Italiana (FNSI) e dall'Ordine dei Giornalisti del Lazio in collaborazione con l'Ufficio Comunicazione del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, che si è svolto questa mattina presso il Palazzo de Vio a Gaeta.

L'incontro si è aperto con l’intervento del Capo Ufficio Comunicazione del Comando Generale, Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, che in passato ha ricoperto il ruolo di Comandante del porto del Gaeta, il quale ha condiviso con i numerosi giornalisti presenti le finalità e le caratteristiche sulle quali si basa l’attività di comunicazione della Guardia Costiera in relazione alle diverse fasi delle emergenze che si verificano in mare e che toccano gli interessi più sensibili della collettività. Lo scopo è favorire una migliore comprensione di informazioni di natura tecnica e spesso non intellegibili ai non addetti ai lavori, per rendere maggiormente utile e fruibile la notizia dal parte del cittadino, attraverso il racconto mediatico: il naufragio della nave Costa Concordia e il disastro ambientale sventato lo scorso anno al largo della Corsica, sono solo alcuni degli eventi mediatici vissuti per esperienza diretta dal Comandante Nicastro e raccontati nel corso della giornata.  

L'incontro è proseguito con il saluto del Comandante del porto di Gaeta, incarico recentemente assunto dal Capitano di Fregata Federico Giorgi, che nell’occasione ha voluto ringraziare tutti i giornalisti intervenuti.
Successivamente ha preso la parola il Capitano di Fregata Massimo Lombardi, addetto stampa e comunicazione della Capitaneria di porto di Gaeta, che ha illustrato, attraverso il racconto delle fasi di un soccorso avvenuto nelle acque del Golfo di Gaeta, il rapporto ed i meccanismi che si instaurano con la stampa locale nonché la necessità di riuscire a contemperare la gestione operativa dell’emergenza con quella della comunicazione dell’evento.

In conclusione, il Comandante Nicastro ha evidenziato, con l’ausilio di filmati e contenuti multimediali, l’attività di salvaguardia ambientale della Guardia Costiera, riferita in particolare alla prevenzione e alla condivisione con il grande pubblico, delle buone pratiche a tutela dell’ecosistema marino e costiero. Nell’occasione è stato mostrato il nuovo spot istituzionale contro la dispersione delle microplastiche in mare, in onda su tutti i canali RAI. Lo spot è stato realizzato dal Comando Generale su mandato del Ministero dell’Ambiente e coprodotto dalla RAI.

Infine, sono stati menzionati gli strumenti di comunicazione utilizzati dal Corpo, tra i quali il Notiziario della Guardia Costiera, rivista ufficiale di cui Nicastro è il Direttore Responsabile, da quest’anno rinnovata nella grafica e nei contenuti, ma fedele alla tradizione di valori e obiettivi che, come ha sottolineato il Capo Redattore, il maresciallo Marco Di Milla, hanno caratterizzato i suoi vent’anni di vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA