Piazza del Popolo è più bella grazie al lavoro degli studenti del San Benedetto di Latina

Piazza del Popolo è più bella grazie al lavoro degli studenti del San Benedetto di Latina
di Francesca Balestrieri
2 Minuti di Lettura
Martedì 28 Marzo 2017, 17:25

 Piazza del Popolo a Latina è un po' più bella grazie ai ragazzi dell'Istituto agrario San Bendetto di Latina e al progetto di alternanza scuola lavoro firmato con il Comune. Dopo aver partecipato alla forestazione urbana nel quartiere Asves, infatti, gli studenti sono tornati a prendersi cura del verde cittadino ripulendo e sistemando le fioriere davanti al Palazzo municipale e il verde dei giardini interni del Comune. I ragazzi questa mattina in Piazza del Popolo hanno piantato nuovi fiori, garofanini, margherite, petunie, surfinie offerte dalla scuola di Borgo Piave, dalla Pro Loco e dall’azienda Selecta One.
L’intervento si inserisce nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro avviato in collaborazione con l’Amministrazione comunale: gli studenti si faranno carico della gestione di alcune aree verdi della città e verranno coinvolti nel progetto degli orti sociali cui sta lavorando il Tavolo per il decoro urbano istituito dall’assessorato all’ambiente. Per i ragazzi è un’occasione formativa importante e nuova: a scuola frequentano laboratori di verde agricolo, grazie a quest’esperienza possono acquisire competenze nella gestione del verde urbano imparando le regole che la governano, applicandole sul campo. Il percorso avviato consentirà inoltre di sviluppare nei giovani un maggiore senso civico e di appartenenza alla propria comunità, la cultura partecipativa, il rispetto degli spazi comuni.
Si sono mobilitati in mattinata anche gli studenti dell'Agenzia Formazione Lavoro della Provincia di Latina, altro ente con cui è stato sottoscritto un accordo per la riqualificazione ambientale della città. Gli studenti del centro formativo di Via Epitaffio si sono messi all’opera nei pressi della scuola di Via Don Milani per l’avvio del primo progetto per la realizzazione degli orti sociali.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA