Pallamano, Ramona Manojlovic in Nazionale per le partite di qualificazioni ai Mondiali

Venerdì 19 Marzo 2021 di Andrea Gionti
Il terzino azzurro Ramona Manojlovic

Maria Enzersdorf, appena 9mila abitanti nell’hinterland viennese. È qui, tra le mura della BSFZ Südstadt che l’Italia femminile si giocherà il proprio futuro nelle qualificazioni ai Campionati Mondiali di Spagna 2021. È la prima fase e anche questa volta si sviluppa con la formula del girone unico fino a domenica, con partite di sola andata e una mini-classifica. La particolarità in questa occasione è il numero di pass disponibili: due per tre formazioni tra l’Italia e le altre due contendenti, l’Austria padrona di casa e il Kosovo. L’Italia di Ljljiana Ivaci ritroverà il campo 538 giorni dopo l’ultima partita ufficiale: era il 29 settembre 2019, l’avversaria era la fortissima Ungheria e le qualificazioni – poi interrotte – avrebbero portato agli Europei vinti nel dicembre scorso dalla Norvegia. Tra le convocate c'è anche il talento cresciuto a Fondi Ramona Manojlovic, terzino/centrale del 2002 (premiata a febbraio miglior giovane d'Italia), top scorer nella serie A Beretta con 105 reti della capolista Jomi Salerno. Dopo la sfida tra Austria e Kosovo sabato alle 18 le azzurre incontreranno le kosovare, vera e propria incognita di questo girone. Avversaria difficile da decifrare, la squadra balcanica guidata da Agron Shabani. Un impegno non facile che anticiperà il match di domenica (ore 16:30) contro l’Austria, team favorito del Gruppo 4: tanti, i nomi provenienti dalla vicina Bundesliga tedesca e in generale dall’estero, come l’esperta centrale Sonja Frey dell’Esbjerg (Danimarca), 90 presenze e 432 gol in nazionale. Passare il turno vale l'accesso ai play-off, l’ultimo step di qualificazione da giocare tra 16 e 20 aprile. Il 22 marzo verranno sorteggiati gli accoppiamenti che coinvolgeranno dieci squadre provenienti dal primo turno e dieci squadre provenienti dagli EHF EURO 2020. Già dentro ai play-off Russia, Germania, Montenegro, Ungheria, Svezia, Romania, Serbia, Polonia, Repubblica Ceca e Slovenia e con il pass in tasca dai Mondiali figurano le campionesse in carica dell'Olanda, la Spagna (nazione ospitante) e infine Norvegia, Francia, Croazia, Danimarca provenienti da EURO 2020.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA