Operazione "Scheggia", concessi gli arresti domiciliari a Gina Cetrone

Mercoledì 3 Giugno 2020 di Elena Ganelli

Ha ottenuto gli arresti domiciliari l’imprenditrice ed ex consigliere regionale Gina Cetrone. A deciderlo il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma Antonella Minunni che aveva firmato l’ordinanza di custodia cautelare che il 21 gennaio scorso aveva portato all’arresto della donna e dell’ex marito Umberto Pagliaroli. I due, insieme ad Armando Lallà Di Silvio e ai figli Gianluca e Samuele, sono accusati a vario titolo di estorsione, atti di illecita concorrenza e violenza privata, reati aggravati dal metodo mafioso. A distanza di quattro mesi dall'arresto il giudice ha accolto l'istanza di revoca o sostituzione della misura cautelare presentata dall'avvocato Lorenzo Magnarelli concedendo gli arresti domiciliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani