Omicidio di Desirée Mariottini, prima udienza in Corte di Assise a Roma

Omicidio di Desirée Mariottini, prima udienza in Corte di Assise a Roma
di Elena Ganelli
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 4 Dicembre 2019, 16:08

Prima udienza questa mattina davanti alla Corte di Assise di Roma del processo a carico dei quattro stranieri accusati dell’omicidio di Desirée Mariottini, la 16enne di Cisterna morta il 19 ottobre dello scorso anno all’interno di un sito in via dei Lucani nel quartiere San Lorenzo.  Yussef Salia, Alinno Chima, Mamadou Gara e Brian Minthe sono chiamati a rispondere di omicidio volontario, violenza sessuale aggravata e cessione di stupefacenti a minori. In apertura di udienza la difesa di Mamadou Gara ha sollevato una eccezione relativa all’assenza di un interprete durante l'incidente probatorio dell’8 ottobre scorso sostenendo la nullità degli atti svolti in quella sede vale a dire l’audizione di numerosi testimoni che erano all’interno dell’edificio nelle lunghe ore dell’agoniza della ragazzina. La Corte, presieduta da Paola Roja, si è riservata di decidere ed ha rinviato all’udienza del 15 gennaio prossimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA