Vaccini, leader no-vax: «Stop all'ordinanza». L'assessore risponde: «Non trattiamo sulla salute»

L'assessore Gianmarco Proietti
di Marco Cusumano
2 Minuti di Lettura
Lunedì 17 Settembre 2018, 09:39 - Ultimo aggiornamento: 14:52

Il leader no-vax Dario Miedico, epidemiologo già radiato dall'Ordine di Milano per le sue posizioni sui vaccini, chiede al Comune di Latina di annullare l'ordinanza 239 del 30 agosto sull'obbligo vaccinale nelle scuole.
Miedico, fondatore del movimento nazionale SìAmo, ha inviato nei giorni scorsi una Pec al Comune nella quale, dopo l'illustrazione di una serie di teorie, chiede lo stop all'ordinanza ipotizzando conseguenze davvero gravi (e curiose) in caso contrario.

«Si segnala - scrive il movimento - il rischio che le famiglie instradino i minori verso percorsi educazionali alternativi, quali homeschooling e similari, che nell'immediato potrebbero evidenziare un mero problema occupazionale all'interno dell'organico scolastico, ma in una prospettiva più ampia, questo fenomeno potrebbe creare il rischio concreto che lo Stato perda il primato nel potere educazionale dei cittadini e, ancora più grave, che coloro che fuggono divengano cittadini problematici per l'intera comunità».

Pronta e secca la risposta di Gianmarco Proietti, assessore alla pubblica istruzione: «La salute dei cittadini, in particolar modo dei bambini e dei più indifesi, non può essere oggetto di alcuna trattativa politica. Salvaguardare la vita e la salute di tutti secondo la scienza è un obbligo morale a cui nessuno dovrebbe tirarsi indietro. Vaccinarsi è mettere in sicurezza la vita di tutta una comunità. E noi vogliamo, con ogni azione, ricostruire passo dopo passo, quel senso di comunità che renderà Latina una città migliore».

Il Comune sta facendo molto per contrastare la deriva pseudoscientifica che spesso viene alimentata anche genitori informati che sproloquiano sul web diffondendo assurdità di ogni genere. I risultati delle attività di corretta informazione sono positivi se si considera che le vaccinazioni sono tornate a buoni livelli, come verificato anche dai carabinieri del Nas in alcuni recenti controlli nelle scuole e alla Asl.

Venerdì, in occasione dei 25 anni dalla scomparsa di Albert Bruce Sabin, creatore del vaccino antipolio in uso fin dagli anni '60, è stato presentato il Manifesto dei medici della provincia di Latina sulle vaccinazioni. Un documento rivolto ai genitori che contiene dieci precisazioni per chiarire le più frequenti perplessità degli adulti in tema di vaccini. Con buona pace per chi continua a diffondere bufale su un argomento così importante.

Marco Cusumano
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA