Troppi episodi di vandalismo, addio ai monopattini a noleggio

Troppi episodi di vandalismo, addio ai monopattini a noleggio
di Stefano Cortelletti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 20 Ottobre 2022, 12:00

Addio, almeno per il momento, ai monopattini elettrici. Chi in questi giorni sta cercando di noleggiare i mezzi per gli spostamenti all'interno del centro cittadino non ne troverà di disponibili: le due società che operavano su Aprilia, Link e Bird, hanno infatti ritirato tutti i loro monopattini, duecento in tutto. Sono scaduti in questi giorni i due anni di sperimentazione del servizio: la delibera di istituzione del noleggio è infatti datata ottobre 2020.

Nessuna proroga richiesta, nè offerta. Una sorta di interruzione consensuale del servio. La prima società, Bird, ha iniziato a operare il 24 gennaio 2021. Il 23 marzo 2021 è arrivata Link, ramo italiano dell'americana Superpedestrian. Pochi mesi dopo, il colpo di scena: fu proprio Link ad annunciare la momentanea sospensione del servizio al fine di garantire sia la sicurezza dei veicoli sia la tutela dell'ordine pubblico, visto il protrarsi di atti di vandalismo nei confronti dei propri mezzi, in aggiunta al problema della diffusione di account fake e di altre frodi generiche, si leggeva in una nota di luglio 2021.

Il servizio è stato poi ripristinato il 2 novembre. Ora l'uscita di scena di Bird e Link. Aprilia, nel circondario, è l'unico Comune che ha interrotto il servizio: a Nettuno e Pomezia Link continua a operare senza problemi, così come sul lungomare di Ostia.

«Abbiamo chiesto alle due società una relazione con i risultati raggiunti da questa sperimentazione - spiega l'assessore ai trasporti Luana Caporaso - sicuramente è stato un servizio importante per chi ha saputo usarlo in maniera responsabile, ci sono stati anche diversi atti vandalici e usi meno corretti. Dovremo fare una valutazione complessiva, anche alla luce dei recenti cambi normativi riguardo il settore, per capire se rinunciare al servizio di noleggio dei monopattini, se ripristinarlo e renderlo permanente e se affidarci eventualmente a un unico gestore».

Gli unici a gioire di questa interruzione saranno i leoni da tastiera, ancora scioccamente convinti dopo due anni che il Comune stesse buttando via i soldi, quando in realtà questa sperimentazione all'amministrazione non è costata neanche un euro. I monopattini, quelli privati, continueranno a scorrazzare per la città, con buona pace di chi criticava il servizio, mentre chi li noleggiava per spostarsi da una parte all'altra di Aprilia dovrà ricominciare a usare l'auto, alla faccia della mobilità sostenibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA