Libri nel Parco, a Sabaudia Alice Urciuolo presenta "Adorazione"

Libri nel Parco, a Sabaudia Alice Urciuolo presenta "Adorazione"
3 Minuti di Lettura
Lunedì 12 Luglio 2021, 12:24

Una piccola città di provincia, un gruppo di amiche, il peso di una tragedia che dopo un anno continua a incombere, la voglia di andar via, la paura di non sapere «cosa c'è fuori», la scoperta che «si è sempre la provincia di qualcun altro». Tutto questo e molto altro è "Adorazione", primo romanzo di Alice Urciuolo, sceneggiatrice, tra le autrici di Skam Italia, una delle serie più amate dai ragazzi. Stasera la Urciuolo ne parlerà a Sabaudia (ore 21, nella corte comunale) nel sesto appuntamento della rassegna "Libri Nel Parco", giunta alla settima edizione e organizzata dall'associazione “Sabaudia Culturando”. Conduce la serata il giornalista del Messaggero, Vittorio Buongiorno.

Alice Urciuolo è stata candidata tra i 12 finalisti dell'ultimo Premio Strega 2021 e "Adorazione" (edito da 66thand2nd) è già alla prima ristampa. «A Pontinia, piccolo centro di fondazione fascista nel mezzo dell’Agro Pontino, la giovane Elena è stata uccisa dal fidanzato. A distanza di un anno, i suoi amici sono ancora divisi tra il dolore di quel trauma e il bisogno di un’adolescenza normale» spiega il risvolto di copertina. Accade tutto nel corso di una estate, vissuta tra Pontinia e il mare di Sabaudia, tra i negozi di Latina e le "fughe" a Roma. Un'estate in cui si intrecciano i destini dei ragazzi protagonisti. Diana, con la sua voglia sulla gamba che la rende prima tanto insicura, poi la spinge a scoprire l'ignoto. La bellissima Vera, che sembra aver paura di niente e invece vive in una bolla che la soffoca. Giorgio, fratello di Vera, che era innamorato di Elena e non lo ha mai detto a nessuno. Già, Elena, uccisa dal suo ragazzo, la sua assenza pervade le vite dei ragazzi e delle loro famiglie «spesso tenute insieme solo dall’ipocrisia e dal silenzio».

"Adorazione" è un romanzo di formazione in cui ragazze e ragazzi per crescere devono «perdersi e ritrovarsi da soli», devono fare i contri «con il vuoto e la passione, l’insicurezza e l’ansia, l’accettazione e l’affermazione di sé». E' la storia di tante educazioni sentimentali e sessuali «in cui l’amore, la tenerezza e il desiderio si mescolano alla sopraffazione, all’umiliazione e alla vergogna».

«Siamo veramente felici di avere come ospite Alice Urciuolo, una giovane pontina che ha già avuto un grande successo e che continua ad averlo giorno dopo giorno», dichiara l’associazione Sabaudia Culturando. L'appuntamento è per questa sera. 12 luglio, alle 21.  L'ingresso è libero, ma per la prevenzione del COVID-19 sarà consentito solo fino ad esaurimento dei posti disponibili e sarà garantita la distanza di un metro tra le persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA