Latina, ventidue sezioni sotto i riflettori dopo il disastro dell'ottobre scorso

Latina, ventidue sezioni sotto i riflettori dopo il disastro dell'ottobre scorso
di Andrea Apruzzese
3 Minuti di Lettura
Domenica 4 Settembre 2022, 10:32 - Ultimo aggiornamento: 10:33

Mancano gli scrutatori, mancano i verbali, mancano i tabelloni. E si corre ai ripari. Come ogni elezione, anche questa rinnovazione di oggi dalle 7 alle 23 per il voto amministrativo di Latina in sole 22 sezioni che metteranno in scena un nuovo primo turno, non fa eccezione. Con un rapido giro delle principali sezioni in centro, è apparso chiaro che i presidenti di seggio hanno dovuto fare fronte a diverse emergenze e risolverle al volo. Presidenti di seggio che sono stati scelti in gran parte tra persone molto giovani e alla prima esperienza di tale operazione. Operazioni che sono scattate alle ore 16 di ieri pomeriggio, quando presidenti, scrutatori e forze dell'ordine hanno preso possesso dei plessi scolastici sede di una delle sezioni che tornano al voto. Diversi gli interventi da svolgere: verifica dell'avvenuto montaggio delle cabine elettorali nelle aule, registrazione del personale del seggio, registrazione dei rappresentanti di lista, controllo del materiale giunto, ripasso delle operazioni di voto e scrutinio da svolgere oggi. E, soprattutto, timbratura e controllo del numero delle schede, dopo quanto accaduto il 3 e 4 ottobre. Per questo, i presidenti di seggio nei giorni scorsi hanno seguito un apposito corso presso il Comune, teso a scongiurare ogni possibile incomprensione, e a far filare liscio tutto quanto, con particolare riferimento ai famosi casi di esclusione dal voto (elettori immigrati o emigrati rispetto alle 22 sezioni annullate). Operazioni preliminari che comunque, nonostante le difficoltà, si sono concluse anche relativamente presto: per le 18.30-19 alcuni seggi avevano già concluso.
SCRUTATORI RINUNCIATARI

Tra le difficoltà incontrate, solo a titolo di esempio, partiamo dal plesso dell'istituto Einaudi in piazza Manuzio, significativo perché qui ci sono due sezioni al voto, la 40 e la 44, e infatti tra i rappresentanti di lista qui ci sono anche candidati consiglieri comunali. Nella 44, non si sono presentati quattro scrutatori su quattro, e la presidente ha dovuto rimpiazzarli tutti. Nell'adiacente sezione 40, non se sono presentati tre, quasi l'intero corpo. Gli scrutatori assenti sono stati prontamente sostituiti con persone presenti. Alla sezione 24, presso la scuola elementare di piazza Aldo Moro, il presidente ha dovuto sostituire uno scrutatore, che non si è presentato.
MATERIALE MANCANTE
Ma non sono stati solo gli scrutatori a mancare. Carente è stato anche lo stesso materiale di seggio. In particolare, in quasi tutte le sezioni i presidenti di seggio non hanno trovato un verbale, quello apposito per il controllo incrociato del numero della tessera elettorale, e dove viene apposto il timbro di voto. Dall'ufficio elettorale hanno fatto sapere ai presidenti che sarebbe arrivato nel tardo pomeriggio o nelle primissime ore di stamattina. Allo stesso modo, non erano ancora stati consegnati i grandi tabelloni, recanti il numero della sezione, che si pongono all'esterno delle scuole, per indicare agli elettori chiaramente il punto di voto. Ma tutto dovrebbe essere pronto per le ore 7 di stamattina, quando gli elettori si recheranno alle urne per ripetere il primo turno delle amministrative. Si voterà fino alle 23.
An. Ap.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA