Latina, Trano: «Bene l'inchiesta ma si interviene troppo tardi e c'è chi incassa una prescrizione dopo l'altra»

Giovedì 17 Settembre 2020
Raffaele Trano
Bene l'inchiesta Dirty Glass, ma serve un campio di passo, si arriva troppo tardi: è in sintesi il pensiero dell'onorevole Raffaele Trano, membro della Commissione finanze alla Camera dei deputati.

Operazione Dirty Glass: i nomi degli arrestati

«Non è la prima volta che mi trovo a commentare inchieste in cui si trovano coinvolti imprenditori, professionisti, esponenti della malavita e anche qualche investigatore infedele in provincia di Latina - dice - E temo non sarà neppure l'ultima volta. A Latina, complimentandomi con la magistratura e la squadra mobile per i risultati raggiunti con l'operazione Dirty Glass, vedo però ormai un problema più profondo: si arriva troppo spesso troppo tardi. Scattano sequestri e arresti per crimini compiuti da chi già da tempo è sotto la lente degli inquirenti». Si arriva a l processo in tempi troppo lunghi e spesso i giudizi si concludono con proscioglimenti per intervenuta prescrizione. Proprio come è accaduto con Luciano Iannotta.

Latina, inchiesta Dirty glass, impero costruito sul riciclaggio: undici arresti

«Senza contare - aggiunge Trano - che spesso, basti guardare alla situazione del porto di Sperlonga, in numerose indagini vengono descritte dettagliatamente inquietanti operazioni senza che poi vi sia un intervento per ripristinare la legalità. Ritengo che tutto questo accada perché a Latina mancano uomini e mezzi, di cui da sempre sollecito un rafforzamento, e per la carenza di personale con cui mandare avanti gli uffici giudiziari. Sarà dunque mia cura chiedere nuovamente al ministro della giustizia, Alfonso Bonafede, di potenziare il Tribunale di Latina. Non è accettabile che c'è chi può continuare a fare affari incassando una prescrizione dietro l'altra e neppure che uno sguardo globale sugli illeciti di determinati soggetti arrivi solo con inchieste dell'Antimafia. Serve però anche prevenzione. Non si può continuare ad assistere alla contiguità di un'ampia fetta del mondo delle professioni con la criminalità e la peggiore imprenditoria. In Dirty Glass ho avuto notizie pure di funzionari di banca che avrebbero ostacolato il lavoro di loro colleghi perplessi su operazioni opache. Coinvolgerò Bankitalia e la Commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche per fare chiarezza».
© RIPRODUZIONE RISERVATA Ultimo aggiornamento: 11:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA