Pontina, interventi Anas per 137 milioni. Zingaretti: «Roma-Latina e Cisterna-Valmontone fondamentali per il territorio»

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, nel corso dell'evento online di Anas
di Andrea Apruzzese
2 Minuti di Lettura
Giovedì 29 Aprile 2021, 18:21

Un piano di potenziamento e riqualificazione da 137 milioni di euro per il ripristino dei piani viabili, le barriere di sicurezza, la segnaletica, l’abbattimento delle barriere architettoniche, la verifica di ponti e viadotti. È quello presentato oggi da Anas per la strada 148 Pontina, che collega Roma con la provincia di Latina, illustrato in un evento online da Massimo Simonini, amministratore delegato della società, e da Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, in un evento online cui hanno partecipato i Prefetti di Roma, Matteo Piantedosi, e di Latina, Maurizio Falco, e il presidente della Provincia di Latina, Carlo Medici. Simonini ha ricordato che il piano si divide in due fasi, la prima per la messa in sicurezza dei punti nevralgici dell’arteria, e la seconda sui tratti di minore criticità. «Finora sono stati investiti 22 milioni di euro per gli interventi più urgenti, ne sono in corso altri per 26 milioni di euro e nel prossimo triennio ne investiremo altri 90 per garantire una completa riqualificazione della strada».

Il presidente Zingaretti ha poi posto l’accento sulla Roma-Latina e la Cisterna-Valmontone, evidenziando che «oggi abbiamo in campo progetti straordinari, attivando 400 milioni di euro del Cipe sull’autostrada Roma-Latina, mentre sulla Cisterna-Valmontone ci sono 300 milioni di euro già stanziati e, sempre su quel quadrante, il collegamento di Formia con Cassino sulla A24 e poi con l’Abruzzo. Novità che fanno parte di una grande rivoluzione su gomma e su ferro, importante per la competitività del territorio, per l’economia di Latina, e aiuteranno quel territorio a essere più connesso con la capitale e il suo aeroporto e aiuteranno il suo comparto produttivo a essere più competitivo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA