Fondi, scambia l'amico per un animale e spara: battuta di caccia finisce in tragedia

Un cacciatore
di Barbara Savodini
2 Minuti di Lettura
Sabato 26 Dicembre 2015, 11:58 - Ultimo aggiornamento: 12:10
FONDI - Natale tragico per un uomo di 45anni, rimasto vittima di un incidente di caccia. A colpirlo inavvertitamente a morte nel primo pomeriggio della vigilia, il compagno con il quale si trovava in località Sant’Arcangelo, una zona collinare al confine tra i comuni di Fondi e Itri. Partiti assieme alla ricerca di selvaggina, i due amici si sono poi separati quando uno dei due ha scambiato l’altro per un animale in movimento.

Un solo colpo è stato fatale per il 45enne Vittorio De Filippis, morto nell’arco di pochi minuti a causa di un proiettile che gli ha trafitto la spalla fino a raggiungere il torace. A chiamare i soccorsi è stato il cacciatore maldestro non appena si è accorto di aver sparato all’amico.

Vana la corsa contro il tempo intentata dai soccorritori in una zona oltremodo impervia. Gli stessi carabinieri hanno avuto difficoltà a trovare il punto esatto in quanto raggiungibile soltanto con l’ausilio di un fuoristrada. Oltre all'uomo che ha sparato, i carabinieri della compagnia di Terracina hanno ascoltato anche un'altra persona. Secondo gli inquirenti inoltre in quel punto la caccia al cinghiale è severamente vietata. Vittorio De Filippis, agricoltore del posto, lascia la moglie e due figli. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA