Latina, domani il via a Lievito: street parade in centro, poi omaggio al Futurismo a Palazzo M

Venerdì 24 Aprile 2015
LATINA - La quarta edizione di Lievito sarà aperta dalla parata su Corso della Repubblica della prima funky marchin’ band d’Italia, i Funk Off. Quindici elementi, undici fiati e quattro percussioni, costituiscono lo scatenatissimo gruppo, la più famosa e instancabile marching band italiana. I Funk Off faranno la loro apparizione nel centro di Latina alle 16.30 del 25 aprile: tra fanfare e acrobazie marceranno lungo corso della Repubblica e all’interno dell’isola pedonale fino a palazzo M, punto di partenza e meta finale della parata. In sedici anni di attività hanno fatto vibrare e riempito di energia i più prestigiosi palchi nazionali e internazionali, dall'Umbria Jazz di cui sono marchin’ band ufficiale, ai più noti festival jazz d’Europa.



«Dispensano adrenalina rileggendo in chiave moderna la lezione di New Orleans e dei gruppi folkloristici italiani - spiegano gli organizzatori - ispirandosi a George Clinton, Maceo Parker, James Brown, ma anche a Frank Zappa e alle nuove tendenze hip-hop e jungle. Alla musica uniscono il movimento e la coreografia: per le strade come sui palchi suonano, corrono, saltano, ballano, rapiscono chiunque li guardi e ascolti con uno show itinerante che non ha eguali».



La street parade dei Funk Off si concluderà a palazzo M dove si potrà riprendere fiato assistendo all’inaugurazione di due esposizioni. Alle 18 il vernissage della mostra-evento “Le isole delle donne – Arte contemporanea e letteratura”. L’esposizione gioca sulla contaminazione connettendo le opere di oltre trenta artiste alla letteratura, sette isole sono accostate ad altrettanti personaggi mitologici e letterari e messe in relazione con i temi del nostro vivere: Cipro e Afrodite, Lesbo e Saffo, Creta e il Minotauro, Ogigia e Calipso, Itaca e Ulisse, Atlantide e l’isola dei morti. Il progetto è curato da Fabio D’Achille nella parte artistica, la professoressa Laura De Angelis si è occupata della selezione letteraria.



Sarà inaugurata invece alle 19 la mostra d’arte contemporanea di David Parenti “Pier Paolo & James - Ribelli con una Causa” curata da Luigi Ferdinando Giannini. La personale, con cui Parenti rende omaggio a Pasolini e James Dean in occasione dei 40 e 60 anni dalla loro scomparsa, raccoglie opere eseguite a matita e con tecniche miste su fogli di cartone e legno e serigrafie su tela plastificata attraverso le quali, con cura dei dettagli e appassionate interpretazioni, l’artista fa rivivere alcuni grandi miti della storia del cinema.



Anche quest’anno Lievito allestirà ogni giorno un corner dedicato alla degustazione di sfizi locali, quella di sabato sarà offerta da Strada dei Vini, dalla trattoria Assunta e dal caseificio dei fratelli Cuomo. Solo dopo essersi rifocillati, alle 21, si prenderà posto nella sala grande di palazzo M per assistere alla “Serata futurista” proposta dalle compagnie Maia e della Bombarda. Attori e cantanti dei due gruppi teatrali interpreteranno alcuni brani scelti tra la variegata produzione del Futurismo. Lo spettacolo, dietro l’apparente rigore formale del reading letterario, cela uno stravagante e divertente omaggio al movimento artistico che nacque nei primi anni del Novecento. I testi selezionati (manifesti, poesie e sintesi teatrali) saranno riletti dai “readers” della Compagnia Maia in chiave originale e ironica, con l’accompagnamento musicale dal vivo della Compagnia della Bombarda.



Il programma completo è consultabile sul sito lievito.org Ultimo aggiornamento: 17:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA