CORONAVIRUS

Covid, la provincia di Latina respira: oggi solo 7 nuovi casi

Domenica 20 Settembre 2020

Latina respira: dopo giorni a doppia cfra il bollettino della Asl annuncia che nonostante la gran quantità di tamponi effettuati sono solo 7 i nuovi positivi in provincia. «Rispetto alla giornata di ieri - spiega iìl'Azienda sanitaria pontina - si registrano 7 nuovi casi positivi, tutti trattati a domicilio e distribuiti nei Comuni di Cisterna di Latina (1), di Gaeta (2), di Fondi (1), di Itri (1) e di Sabaudia (2)».

Anche oggi non si registrano nuovi decessi. I casi totali salgono così a 1021 contagiati tra i residenti dall'inizio della pandemia e di questi sono 582 le persone guarite fino ad oggi. L'indice di prevalenza, ovvero i positivi ogni 10 mila abitanti, sale a 17,75.  Attualmente sono 402 i positivi e di questi 348 vengono curati a domicilio, mentre sono 54 le persone ricoverate.

La Asl di Latina ricorda di aver attivato «di concerto con il sindaco di Formia, un “Drive in” provvisorio dalle ore 14 di sabato 19 settembre nell’area del mercato di Formia che proseguirà nelle giornate di domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020», invitando «tutti coloro che ritengono di aver avuto contatti con i luoghi in cui si concentra il focolaio di Formia, a recarsi al Drive in, per il tampone rapido: l’accesso è spontaneo e non richiede la prescrizione medica. L’azienda invita a distribuirsi nelle giornate indicate al fine di evitare lunghe attese».

Inoltre «si invitano tutti i cittadini di Formia ad indossare le mascherine anche nelle ore diurne ed a rispettare rigorosamente le disposizioni in materia di prevenzione. Si raccomanda vivamente a tutta la popolazione ed in particolare ai giovani, al fine di evitare ulteriori ondate di diffusione del Covid-19 e conseguenti provvedimenti, di non abbassare il livello di attenzione nel contrasto alla pandemia, rispettando rigorosamente le vigenti prescrizioni in ordine al divieto di assembramento, alla mobilità delle persone, al frequente e corretto lavaggio delle mani, all’utilizzo delle mascherine e al rispetto delle distanze minime di sicurezza».

La Asl raccomanda anche «di rimanere in isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora in attesa dell'esito del tampone». E, al fine «di non determinare allarme tra la popolazione si chiede di far esclusivamente riferimento a fonti ufficiali quali la Regione Lazio, il Seresmi, lo Spallanzani e la Direzione Generale dell’Azienda Asl».

© RIPRODUZIONE RISERVATA