Covid 19, monsignor Crociata è negativo e riprende gli impegni. Il vescovo: «Vaccinatevi»

Il vescovo Crociata (a destra nella foto)
2 Minuti di Lettura
Sabato 2 Ottobre 2021, 10:51 - Ultimo aggiornamento: 10:52

«Il vescovo Mariano Crociata è risultato negativo al tampone molecolare per la ricerca del virus Sars-Cov-2». Lo rende noto la Diocesi di Latina in una nota ufficiale.  Si conclude così il periodo di isolamento, iniziato il 16 settembre scorso dopo aver contratto il Covid-19 in forma leggera (paucisintomatico).

Monsignor Crociata ha dichiarato: «Riconosco che è merito anche della vaccinazione ricevuta se ho vissuto la malattia senza sintomi e per breve durata. Ho potuto apprezzare la professionalità e la sensibilità umana di tutto il personale sanitario che mi ha seguito. Ringrazio quanti mi hanno fatto giungere il segno della loro vicinanza e soprattutto quelli che hanno pregato e pregano per me. Rinnovo l’invito che abbiamo rivolto ai fedeli come vescovi del Lazio a ricevere il vaccino con senso di responsabilità verso sé stessi e di solidarietà nei confronti degli altri».

Il riferimento è alla Lettera dei Vescovi del Lazio sui vaccini, del 14 settembre scorso, in cui è affermato: «Compito della comunità cristiana è adottare tutte le misure necessarie a prevenire e ridurre quanto più possibile questo rischio, rispettando le norme vigenti, da buoni cittadini animati da senso civico e da cristiani chiamati ad amare e servire il prossimo».

Già da oggi  - 2 ottobre - monsignor Crociata riprenderà gli impegni esterni già programmati a suo tempo, in particolare per presiedere le celebrazioni liturgiche, come i riti della Confermazione o l’ingresso dei nuovi Parroci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA