Latina, dimissioni in massa dei consiglieri di centrodestra: decade il sindaco Coletta

Il senatore Nicola Calandrini e i vertici di centrodestra prima di salire al vertice
di Andrea Apruzzese e Marco Cusumano
5 Minuti di Lettura
Mercoledì 28 Settembre 2022, 12:44 - Ultimo aggiornamento: 29 Settembre, 12:08

I consiglieri comunali di Latina di centrodestra, maggioranza in Consiglio, alla fine si sono dimessi in massa. Le firme intorno alle 18.30 in uno studio notarile a due passi dal palazzo comunale. Per effetto delle dimissioni di 20 consiglieri il sindaco civico Damiano Coletta decade dalla carica e in Comune tornerà un commissario prefettizio.

Damiano Coletta, in una conferenza stampa dopo la sfiducia, prende atto della scelta dell'opposizione e annuncia che non farà ricorso. «Sembra arrivato il momento di salutarci. Lascio il ruolo di sindaco con la coscienza a posto, con la schiena dritta, a testa alta, da vincitore, anche se non ci sono i numeri della maggioranza».

Ora il centrodestra serrerà le fila per riprendersi Latina. Ci aveva provato nella ultima tornata elettorale l'ex sindaco Vincenzo Zaccheo, lo stesso che dopo la rivotazione nei 22 seggi disposta dal Tar aveva usato parole profetiche avvisando Coletta: «gli elettori hanno decretato di fatto quella che sarà una situazione di governabilità senza una maggioranza netta. Questo sia elemento di riflessione per il sindaco rieletto».

I consiglieri che hanno firmato le dimissioni sono 20: Annalisa Muzio, Mauro Anzalone, Roberta Dellapietà, Patrizia Fanti, Giovanna Miele, Antonio Costanzi, Fausto Furlanetto, Massimiliano Carnevale, Roberto Belvisi, Alessio Pagliari, Vincenzo Valletta, Valeria Tripodi, Renzo Scalco, Mario Faticoni, Vincenzo Zaccheo, Matilde Celentano, Andrea Chiarato, Gianluca Di Cocco, Gianfranco Antonnicola, Raimondo Tiero.

LE DIMISSIONI IN DIRETTA

DOPO LE DIMISSIONI PARLA ZACCHEO

Questa la cronaca di una giornata convulsa.

La decisione di dimettersi è stata presa dalla coalizione di centrodestra questa mattina, al termine di una riunione svolta presso la sede di Latina di Fratelli d'Italia cui erano presenti i vertici e alcuni consiglieri dei partiti. 

I consiglieri abbandoneranno l'aula subito dopo il primo punto, necessario per entrare in carica, e si dimetteranno nelle mani di un notaio che, a quanto si apprende, sarà convocato direttamente in Comune. In base alle indiscrezioni non ci sarebbe però completa unità sulla scelta e alcuni consiglieri non erano infatti presenti. Tra gli assenti, anche Patrizia Fanti. 

E' attesa a minuti una nota ufficiale dei partiti della coalizione di centrodestra. E' stata preannunciata dagli esponenti di Fdi e Lega all'uscita dell'incontro. 

 
Video

Aggiornamento 14.30
La nota dei partiti di centrodestra è stata appena spedita alle redazioni.
«Questa mattina - si legge nella nota - Fratelli d'Italia, Lega, Forza Italia, Latina nel Cuore e Udc si sono riuniti alla presenza dei propri dirigenti, amministratori e rappresentanti eletti in Consiglio Comunale per dare seguito a quanto dichiarato nei giorni scorsi sulla sfiducia a Coletta».

«Con grande senso di responsabilità, coerenza e amore per la città di Latina - continua la nota - i Consiglieri Comunali eletti nel Centrodestra oggi si dimetteranno in blocco per voltare finalmente pagina rispetto all'amministrazione Coletta - scrivono nella nota - Nell'ultimo anno si è dimostrato che la cosiddetta 'anatra zoppa', ossia un sindaco che non la maggioranza in consiglio comunale, né tanto meno la fiducia dei suoi concittadini, non è in grado di garantire alla città un'amministrazione che faccia fronte ai tanti problemi del nostro territorio e che sia in grado di pianificare lo sviluppo e il futuro di Latina. Per questo motivo, ma anche e soprattutto per voltare pagina rispetto agli ultimi sei anni di totale immobilismo dell'amministrazione Coletta è stato deciso che i consiglieri comunali eletti a Latina rassegneranno in blocco le loro dimissioni. «Il nostro - spiegano dirigenti, amministratori ed eletti di Fratelli d'Italia, Lega, Forza Italia, Latina nel Cuore e Udc - è un gesto di responsabilità e un atto di amore nei confronti di Latina. Chiudendo questa fallimentare esperienza amministrativa saremo presto in grado di assicurare a Latina un'amministrazione in grado di risolvere i problemi dei cittadini, dare risposte a famiglie e imprese e lavorare finalmente per un futuro di sviluppo e crescita del nostro meraviglioso territorio». Questa la nota dei Gruppi Consiliari, i dirigenti e gli amministratori di Fratelli d'Italia, Lega, Forza Italia, Latina nel Cuore e Udc.

 

Aggiornamento ore 15.44
Con ogni probabilità Damiano Coletta parlerà alla città in una nuova diretta Fb prima del Consiglio comunale. La decisione sarà presa a breve.

Aggiornamento ore 16.55
Il sindaco Damiano Coletta ha ufficializzato: parlerà alla città in diretta Fb alle 17.30.

Iniziato il Consiglio comunale. Qui la diretta:

I

Il centrodestra ha chiesto subito una sospensione di 10 minuti. A quanto risulta non c'è ancora unanimità di vedute sulla decisione di sfiduciare il sindaco Coletta e forse non ci sono ancora neppure i numeri.  Per questo i consiglieri comunali di Fdi, Lega e Forza Italia hanno raggiunto il Circolo cittadino per un'ultima riunione. Alla fine è stata trovata l'intesa. Sono 20 i consiglieri che hanno accettato e dunque la consiliatura è a un passo dall'epilogo. I consiglieri comunali di centrodestra hanno lasciato il circolo cittadino e stanno dirigendosi allo studio del notaio Coppola per firmare le dimissioni.

La diretta da piazza del Popolo:

Patrizia Fanti ha commentato al Messaggero: «Un momento doloroso». 

Apposte le firme delle dimissioni davanti al notaio Coppola i consiglieri stanno tornando verso il Comune. Un anno dopo il voto e un mese dopo la rinnovazione del voto in 22 sezioni Latina dovrà tornare alle urne, ma per ora sarà governata da un commissario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA