Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Latina all'assalto dell'Avellino tra prima squadra e vivaio

Latina all'assalto dell'Avellino tra prima squadra e vivaio
di Davide Mancini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 22 Settembre 2022, 14:46

Ci si avvicina a un fine settimana particolare per il Latina, praticamente un inedito. Sì, perché sarà una sfida totale all'Avellino tra prima squadra e settore giovanile. Quattro incontri tra leoni nerazzurri e lupi biancoverdi, diluiti in due giorni.

Si comincerà sabato alle 14.30 con la sfida d'apertura del campionato di Primavera 3 allo stadio Partenio. Dall'Irpinia inizierà il viaggio dei ragazzi allenati da Luigi Miccio, formazione particolarmente giovane formata da calciatori nati tra il 2004 e il 2005. Poi, in serata, alle 20.30 allo stadio Francioni andrà in scena la quinta giornata del campionato di Lega Pro che vedrà protagonisti gli uomini di mister Daniele Di Donato opposti alla formazione campana che proprio domenica scorsa ha trovato un successo prezioso con il Messina.

Domenica, invece, sul campo della ex Fulgorcavi prima scenderà in campo l'Under 15 allenata da Mirko Fioretto (ore 12), dopodiché alle 15 spazio all'Under 17 del tecnico Roberto Giovannelli e del vice Antonio Verardi. Un fine settimana assolutamente da non perdere come sottolineato anche dal responsabile del settore giovanile Giuseppe Zazzara, intervenuto a Zona Nerazzurra: «Sfideremo a tutti i livelli l'Avellino. Abbiamo lavorato tanto in estate, partendo dagli staff tecnici formati da allenatori e preparatori di assoluto livello, in grado di far crescere i nostri ragazzi nella maniera adeguata sotto ogni punto di vista. Con la Primavera la scelta è ricaduta su un allenatore come Luigi Miccio che vive con grande passione il calcio, a cui è stato affidato un gruppo decisamente giovane. È stato infatti scelto di puntare su ragazzi del 2004 e del 2005 di prospettiva, in linea con gli obiettivi societari. Andiamo oltre il risultato, che è sempre una componente importante, quel che conta principalmente però è fornire gli strumenti adatti ai nostri ragazzi per evolversi e arrivare un giorno in prima squadra. Discorso che vale anche per l'Under 17 e l'Under 15 dove al timone ci sono allenatori esperti e collaboratori qualificati».

La volontà è quella di creare una forte identità: «Per fare dei passi in avanti occorre stringere dei rapporti con le realtà territoriali, in questo senso sono già state formalizzate delle collaborazioni con il Fondi e la Samagor, da giorni siamo in contatto anche con altri club come Polisportiva Carso e SS.Pietro e Paolo. Il Latina Calcio 1932 deve diventare un riferimento in tutta la provincia, per far sì che si possano poi andare a prendere i migliori giocatori, formarli, aiutarli nel processo di crescita e speriamo un giorno, vederli vestire la maglia della prima squadra tra i professionisti. Dobbiamo avere un approccio da professionisti in tutto il settore giovanile, ogni aspetto va curato nei minimi dettagli a partire ad esempio dalla trasferta al Partenio della formazione Primavera. Un plauso va fatto sicuramente a chi mi ha preceduto, Vincenzo Di Palma, quel lavoro svolto va portato avanti cercando di alzare sempre di più il livello».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA