L'ex catasto in vendita a 4 milioni, il Comune ci sta ancora pensando

L'ex catasto in vendita a 4 milioni, il Comune ci sta ancora pensando
di Rita Cammarone
3 Minuti di Lettura
Giovedì 12 Maggio 2022, 11:56

E' in vendita a quattro milioni di euro l'edificio dell'ex Catasto di Latina. Sito in via Emanuele Filiberto, a due passi da piazza del Popolo, il fabbricato si sviluppa su tre piani per una superficie complessiva di 3.500 metri quadrati a uso uffici pubblici, «ma con possibilità di cambio a uffici privati», ha subito precisato il responsabile per la vendita dell'edificio, affidata da parte della società privata che ne è titolare all'agenzia Flaminia Immobiliare di Roma.

Il cartello Vendesi fabbricato è stato affisso nelle ultime ore. Un immobile di pregio, con ingressi su due strade, due i passi carrabili. Il Comune di Latina, già dalla passata consiliatura, si è mostrato particolarmente interessato all'acquisizione dell'edificio di via Emanuele Filiberto, nell'ottica di una più efficiente rete di uffici, di una migliore funzionalità degli stessi e del risparmio delle spese di affitto milionarie che attualmente sostiene per l'uso di locali privati. L'immobile oggetto di vendita per anni ha ospitato il Catasto e attualmente è in uso al Demanio. Si libera a ottobre, ma se l'acquirente ne ha bisogno prima ha affermato il responsabile della vendita - il Catasto è disponibile a liberarlo in anticipo. Da parte dell'agenzia, che è già entrata in contatto con l'amministrazione comunale, c'è voglia di chiudere in fretta l'affare. Il prezzo appare trattabile: «Non si può scendere a meno di mille euro al metro quadrato», fanno sapere. Ma i tempi dell'amministrazione comunale non soddisfano molto: «Ci siamo incontrati venerdì, ma i passaggi sono troppo lenti si lascia scappare il nostro interlocutore quindi noi andiamo avanti con la vendita».
«Al Comune questo immobile farebbe proprio comodo, dobbiamo fare una buona offerta», disse l'ex assessore al Patrimonio Emilio Ranieri in occasione di una commissione consiliare di maggio 2019, mostrando consapevolezza del fatto che prima del 2022 non sarebbe stato disponibile e che la società che lo aveva acquistato nell'ambito di una cartolarizzazione era intenzionata a vendere. Ieri, l'ex assessore, oggi consigliere comunale di maggioranza, ha auspicato che la trattativa vada a buon fine.

L'ASSESSORE
«Ci stiamo lavorando ha commentato l'assessore Dario Bellini, attuale delegato al Patrimonio Ci sarà un'evidenza pubblica, previa ricognizione degli uffici comunali». L'ente di piazza del Popolo stabilirà il suo fabbisogno e poi si rivolgerà al mercato, pubblico e privato. «Non possiamo escludere a priori ha aggiunto Bellini che ci sia un ente pubblico disponibile a soddisfare le nostre esigenze. Non possiamo escludere, ad esempio, che la Provincia di Latina abbia spazi non più utilizzati e che sia disposta a cederli al Comune a condizioni più vantaggiose. Prima di arrivare all'evidenza pubblica ci sono altri passaggi propedeutici. Si tratta di un iter molto complesso. Ci sarà un'indagine di mercato». L'assessore Bellini ha dichiarato che l'interesse del Comune è anche per altri edifici del centro storico, come quello dell'ex Intendenza di Finanza, sempre in piazza del Popolo, diventato di proprietà privata. Nella ridistribuzione degli uffici comunali restano in gioco, inoltre, i locali dell'ex Albergo Italia oggetto di ristrutturazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA