Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

L'auto si ribalta: muore una ragazza di 28 anni

L'auto si ribalta: muore una ragazza di 28 anni
di Stefano Cortelletti
3 Minuti di Lettura
Sabato 2 Luglio 2022, 09:22

Una tragedia, l'ennesima, su via Mediana Cisterna, che collega la borgata di Campoverde a Carano, una strada che conta già troppe vittime. L'ultima in ordine di tempo è una ragazza di 28 anni, Elisa Delicati, che ha perso la vita ieri pomeriggio dopo un drammatico fuori strada subito dopo l'azienda Recordati. La giovane, che viaggiava in direzione Cisterna, verso le 14 è finita con la sua auto, una Fiat 500 nera, nella cunetta laterale per cause ancora in corso di accertamento: a quel punto la vettura ha impattato contro il parapetto in cemento armato di un attraversamento carrabile e si è capovolta su se stessa. Alla scena ha assistito un testimone che ha immediatamente chiamato i soccorsi. Pochi minuti dopo è giunta sul posto un'ambulanza, ma è stato necessario attendere l'intervento dei vigili del fuoco per estrarre dalle lamiere la donna, le cui condizioni sono apparse subito gravissime. Una volta tirata fuori dall'abitacolo, i sanitari hanno cercato di stabilizzare il quadro clinico della 28enne: attimi concitati, durante i quali gli operatori del 118 hanno lavorato per circa mezz'ora per consentire il trasporto in sicurezza della ragazza presso un ospedale romano a bordo di un'eliambulanza atterrata nel frattempo in un vicino campo.

Purtroppo, poco dopo il decollo dell'elicottero diretto verso l'ospedale San Giovanni, il cuore di Elisa ha smesso di battere, arrivando nella Capitale priva di vita. Troppo gravi le ferite agli arti inferiori provocate dallo schiacciamento della carrozzeria in seguito al ribaltamento della 500. In via Mediana per tutto il pomeriggio hanno lavorato gli agenti della Polizia locale di Aprilia, per ricostruire la dinamica dell'incidente.
La viabilità è stata gestita dai carabinieri di Campoverde, che hanno deviato il traffico su altre strade. Secondo una prima ipotesi Elisa, titolare di un'azienda agricola in via Tivera a Cisterna, avrebbe fatto tutto da sola, come confermato anche dal testimone, residente in zona. Da capire se a far perdere il controllo dell'auto sia stata l'alta velocità o un malore. Quel tratto di via Mediana Cisterna ha i limiti a 30 chilometri orari proprio perchè le condizioni della strada non sono delle migliori, oltre al fatto che la geometria stessa dell'arteria porta le auto ad accelerare.

Anche per questo sempre più spesso gli agenti della municipale apriliana effettuano servizi con l'autovelox proprio in quel punto, cercando di scoraggiare comportamenti sbagliati. Per il momento, comunque, i vigili non azzardano alcuna ipotesi. Il sostituto procuratore della repubblica di Latina disporrà probabilmente già oggi un esame esterno sul corpo di Elisa prima di dare il via libera alla famiglia per l'ultimo saluto. Si chiamava Anna Troiano e aveva appena 21 anni un'altra vittima di quella strada: era nella sua smart, sei anni e mezzo fa, fa, quando uscì di strada. Anche lei era di Cisterna. Nel 2012 la vittima fu invece una 21enne originaria dell'Ecuador.

© RIPRODUZIONE RISERVATA