L'ambulanza arriva tardi, uomo di Priverno muore aspettando i soccorsi

Mercoledì 13 Marzo 2019 di Sandro Paglia
L’ambulanza che arriva da Sonnino 40 minuti dopo la chiamata. L’auto medica di Priverno che è impegnata - come gli altri mezzi - su un’emergenza diversa e quindi arriva da Terracina, quando ormai può solo constatare il decesso dell’uomo per il quale i familiari avevano chiesto i soccorsi.

È successo lunedì sera e adesso il caso è affidato ai carabinieri, intervenuti dopo l’interminabile ora vissuta dai congiunti di Domenico Marconi, 63 anni, morto tra le braccia del nipote che è infermiere e ha prestato i primi soccorsi, mentre partivano le telefonate al 118. Con la centrale c’è stata forse qualche incomprensione sulle condizioni di Domenico, comunque i soccorsi sono arrivati quando era ormai troppo tardi. I carabinieri hanno verbalizzato l’accaduto e inevitabilmente ci saranno delle ripercussioni dopo l’accaduto.
L’uomo era molto conosciuto a Priverno, dove fra l’altro era componente del circolo Italcaccia. I funerali si svolgeranno questa mattina.

Servizio completo sull'edizione cartacea e sul Messaggero digital © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il percorso ad ostacoli dei turisti della Capitale

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma