Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Incendio Maenza, case evacuate. Il sindaco: «Sono state ore di paura»

Non è difficile pensare che ci sia stata la mano di qualcuno dietro questo episodio

Le fiamme a ridosso delle abitazioni di Maenza
di Stefano Cortelletti
2 Minuti di Lettura
Martedì 28 Giugno 2022, 18:40 - Ultimo aggiornamento: 19:56

Maenza in fiamme. Una giornata da dimenticare per il piccolo borgo lepino, coinvolto in un maxi incendio non ancora domato, partito dalla zona del depuratore e che ha coinvolto gran parte della collina. I roghi hanno lambito abitazioni, tanto da costringere i residenti a evacuare per mettersi in salvo, distrutto abitazioni e decine di ettari di vegetazione.

Rieti, incendio a Piani Poggio Fidoni: stop temporaneo anche alla ferrovia

Incendio Maenza, ore di paura

Il sindaco Claudio Sperduti ha seguito in prima persona i soccorsi da parte dei vigili del fuoco e delle protezioni civili di Maenza e Roccagorga. «Sono state ore di paura, adesso la situazione sembra essere sotto controllo», racconta Sperduti, «fortunatamente sono state risparmiate le case. Già ieri era partito un focolaio dallo stesso punto, fortunatamente fermato in tempo. Oggi la stessa dinamica, ma il vento ha propagato le fiamme in un attimo».

L'ipotesi di incendio doloso

Non è difficile pensare che ci sia stata la mano di qualcuno dietro questo episodio. Qualcuno che ha messo a repentaglio decine di vite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA