Fiamme alla Loas, i medici per l'ambiente: «Serve massima trasparenza»

Lunedì 17 Agosto 2020

L’Isde, l’associazione italiana medici per l’ambiente sezione di Latina si dice «indignata davanti all’ennesimo rogo di materiali di rifiuti nella nostra provincia». Il riferimento è alla vicenda della Loas di Aprilia

Vedi anche >Terribile incendio ad Aprilia in via dei Giardini: si alza una nube di fumo spaventosa

«Nell’incendio «sono state bruciate ingenti quantità di materiale plastico e da cui è scaturita una nube tossica che ha interessato, visti i primi rilevamenti, anche parte della nostra provincia - commenta il presidente Pasquale Milo - Le emissioni conseguenti alla combustioni sono quasi sicuramente diossina, polveri sottili, benzene, policlici aromatici, ed altre sostanze cancerogene per il cui esame sono necessari giorni e non sono facilmente valutabili nel territorio ove si sono propagate nubi ed emissioni.In attesa di conoscere se tali percentuali (dannose per le varie forme di vita) siano in quantità tale da sconsigliare l’uso dei prodotti agricoli oppure la semplice permanenza all’esterno, chiediamo alle Istituzioni la massima attenzione e trasparenza nell’informare giornalmente la popolazione sui rischi e le precauzioni da adottare».
 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA