Giornata dell'infermiere, manifestazione in piazza del popolo: il programma

Giornata dell'infermiere, manifestazione in piazza del popolo: il programma
di Francesca Balestrieri
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 11 Maggio 2022, 12:23 - Ultimo aggiornamento: 14:26

Testa, mani e cuore. Sono i tre elementi essenziali per un infermiere che faccia bene il suo lavoro. Ne è convinta la presidente dell'Opi, l'ordine delle professioni infermieristiche di Latina Nancy Piccaro che ieri, insieme al direttivo, ha presentato la giornata internazionale dell'infermiere che si svolgerà domani. «Una data importante per noi, dopo tre anni di stop a causa della pandemia in cui noi infermieri abbiamo lavorato intensamente a mani nude, anche nel senso letterale del termine all'inizio della pandemia quando mancavano i dispositivi di sicurezza e questa malattia era sconosciuta, mettendo a repentaglio le nostre vite. Ma lo abbiamo fatto perché questo è il nostro dovere», ha spiegato Piccaro. La giornata verrà celebrata domani in piazza del Popolo a partire dalle 18 con varie attività di promozione della salute fino ad arrivare alle 20.30 alla proiezione del pluripremiato docufilm Io Resto di Michele Aiello grazie a un maxischermo allestito dalla ZeroEvent.

Per presentare l'iniziativa l'Opi ha preso spunto da Ovunque per il bene di tutti, lo slogan del congresso nazionale Opi tuttora in corso: «L'infermiere è una figura professionale che agisce sul territorio e vicino al cittadino, è l'anello fondamentale del sistema sanitario. Tre fasi ci contraddistinguono: l'infermiere è vita, perché dove non c'è aumenta la mortalità del 33%; l'infermiere è relazione, perché più di altri è in grado di stare vicino al paziente; l'infermiere è futuro, perché in sua assenza il nostro sistema sanitario non avrebbe possibilità di crescere - spiega Piccaro - Su quest'ultimo aspetto voglio evidenziare la sfida lanciata dai progetti del Pnrr, che puntano sullo sviluppo dell'assistenza, della telemedicina e della presa in carico». Il segretario Alessio Reginelli e il tesoriere Antonio Melfi hanno spiegato: «Offriremo gratuitamente la rilevazione di parametri vitali, glicemia e livelli di emoglobina, fornendo informazioni e dimostrazioni su manovre di primo soccorso, disostruzione e rianimazione cardiopolmonare. Rilasceremo un prospetto con tutti i dati da far visionare al proprio medico di famiglia. Le infermiere pediatriche, inoltre, daranno ai genitori preziosi consigli sulla cura dei bambini». A fare da supporto gli studenti del Corso di Laurea Infermieristica di Latina e di Terracina, Formia e Gaeta e in sinergia con alcune associazioni, Avis in primis.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA