Goleada del Formia, una vittoria inattesa

Goleada del Formia, una vittoria inattesa
di Francesco Guadagno
2 Minuti di Lettura
Domenica 4 Ottobre 2020, 08:40

GIUGLIANO IN CAMPANIA (NAPOLI). Insieme Formia dilaga ai danni del Giugliano. Cinque gol che affondano in classifica i tigrotti di Roberto Carannante. Gara da incorniciare, invece, per mister Amato.
Allo stadio Alberto De Cristofaro prima partita stagionale per i padroni di casa, esordio assoluto a causa del rinvio del match contro la Nocerina. Gli ospiti, invece, sono reduci dalla vittoria di domenica scorsa, per 1-0, contro il Cassino Calcio 1924.
LA CRONACA
La squadra di Salvatore Amato parte col piede sbagliato: il Giugliano passa in vantaggio dopo soli otto minuti grazie ad una rete di Poziello. La situazione, però, viene presto ribaltata. Bastano quattro giri di orologio per rimettere in parità  il match: Iorio Forestero approfitta di uno scivolone di Calone e va sul fondo. Il suo cross in mezzo per Gomez è preciso: l'attaccante classe 1994 anticipa Carbonaro e gonfia la rete per il momentaneo 1-1. La gara si mette in discesa per gli ospiti che, al minuto 32, ribaltano il risultato: cross dalla destra di Zonfrilli, batti e ribatti con il pallone che giunge sul secondo palo: Piazza salva solo per un attimo, nulla può sulla ribattuta di Di Vito. Dopo poco più di mezz'ora il Formia è straripante. I frutti del buon gioco dei ragazzi di Amato vengono raccolti al minuto 35, quando arriva la rete dell'1-3. Il solito Zonfrilli si inserisce tra le linee e scarica una palla filtrante per Durazzo: per l'attaccante classe 2002 è facile battere il portiere. Alla fine del primo tempo il tabellone segna 1-3, frutto di ottimi fraseggi del Formia che sembra essere davvero in palla.
  La ripresa ricomincia sulla falsariga dei primi 45'. Bisogna aspettare il minuto 70 per balzare in piedi dal divano. Il Formia dilaga, approfittando di un pasticcio di Carbonaro e Piazza che non si intendono: il difensore prova il retropassaggio verso il portiere, ma la sfera finisce direttamente in porta. Autogol davvero sfortunato che distrugge il morale dei padroni di casa. Il Giugliano crolla emotivamente e fisicamente, il Formia non accenna a placare la propria furia sportiva.
Tre minuti dopo, al 73', arriva anche la manita. Jammeh va via sull'esterno, rientra verso l'area e trova Gomez: l'attaccante è tutto solo davanti al portiere gialloblu, battuto per la quinta volta. Dopo tre minuti di gioco arriva il triplice fischio finale. A Formia tifosi in festa e squadra attesa al rientro dalla trasferta. Vittoria inattesa e un primato a punteggio pieno che nemmeno le più rosee previsioni potevano prevedere.
IL TABELLINO
Fc Giugliano 1928 : Piazza, Micillo, De Sena, Tarascio, Stendardo, Carbonaro, Calone (39' Catalano), Liccardo, Orefice (79' Filogamo), Poziello (62' Di Dato), Caso Naturale.
All.: Carannante.
Insieme Formia: Capogna, Iorio Forestero, Divito, Gargiulo (82' Puccinelli), Callegari, Pirozzi, Jammeh, Chinappi, Gomez Walker (79' Lonardo), Zonfrilli (69' Tounkara), Durazzo (52' Romano).
All.: Amato.
Arbitro: Iannello di Messina.
Reti: 8' Poziello, 12' e 73' Gomez, 32' Di Vito, 35' Durazzo, 71' Carbonaro (aut.).
Note - Ammoniti: Gargiulo, Orefice, Di Dato.
Video su https://www.facebook.com/ilmessaggerolatina
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA