Gaeta, la decima edizione di "Visioni corte" presentate alla Mostra del cinema di Venezia

Gaeta, la decima edizione di "Visioni corte" presentate alla Mostra del cinema di Venezia
5 Minuti di Lettura
Domenica 5 Settembre 2021, 18:47 - Ultimo aggiornamento: 18:48

Una mostra dedicata a Vittorio De Sica, un focus sul cinema iraniano, proiezioni, incontri di cinema e masterclass. Questi gli ingredienti principali della decima edizione del "Visioni Corte International Short Film Festival", che si svolgerà dal 18 al 25 settembre a Gaeta ed è stato presentato alla mostra del Cinema di Venezia

Sono state selezionate 106 opere, tra concorso e fuori concorso, provenienti da 37 nazioni dai 5 continenti, che si dividono nelle cinque sezioni competitive CortoFiction Italia, CortoFiction international, CortoAnimation, CortoDoc, alle quali si è aggiunta Kiddos, dedicata prettamente a bambini e adolescenti protagonisti con storie tutte diverse tra loro e spesso difficili, e le due sezioni non competitive Germogli di Cinema, composta da cortometraggi considerati innovativi e meritevoli di interesse ed estremamente particolari, e Meridiani, un focus dedicato a cortometraggi provenienti da un singolo stato che quest’anno sarà dedicato alla nazione Iran.

«Si tratta di un compleanno importante e ci tenevamo a organizzare la decima edizione totalmente in presenza, dopo che l’anno scorso purtroppo a causa dell’emergenza sanitaria abbiamo dovuto svolgerla interamente online. Sarà una grande festa, con tanti amici e tanti registi per celebriare questi dieci anni di bellezza, di cultura, di passione e soprattutto per allargare questa finestra sempre più ampia sul resto del mondo», ha detto il direttore artistico Gisella Calabrese durante la presentazione alla 78esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.

Video

LE PROIEZIONI

Tutti i film selezionali verranno tutte proiettati nel Cinema Teatro Ariston, quartier generale della manifestazione. In totale 1080 minuti di programmazione che darà tanto spazio ai generi cinematografici ma anche tanta commedia e un’attenzione particolare a tematiche attuali come i diritti umani, identità sessuale, diritto all’infanzia, rapporti familiari e la guerra. Le opere saranno fruibili anche su piattaforma web (www.visionicorte.online), come l’anno scorso, per raggiungere un pubblico più vasto.

Ampia presenza di registe donne, ben 68, andando a superare ampiamente il record dello scorso anno. E nel segno delle donne è anche l’immagine scelta per il manifesto di questa edizione, un disegno originale dell’artista Mirka Perseghetti dal titolo “Il Cinema ci illumina”, tema di questa edizione, che vuole essere un buon auspicio dopo questo lungo periodo di privazioni e chiusure dovute all’emergenza sanitaria da Covid-19.

«In dieci anni Visioni Corte si è ritagliato uno spazio sempre più importante tra le manifestazioni di qualità italiane e non solo. Un appuntamento irrinunciabile per il pubblico ma soprattutto per i tanti registi che chiedono di partecipare al fine di far vedere i propri lavori. Al tempo stesso, il nostro evento si è fatto promotore turistico del nostro territorio, facendo conoscere Gaeta e il suo Golfo nel mondo. Ringraziamo la Direzione Generale Cinema e Audiovisivo che da quattro anni ci ha premiato con il proprio sostegno insieme alla Regione Lazio», ha spiegato Giuseppe Mallozzi, presidente del festival.

LE GIURIE

A giudicare le opere in concorso le giurie composte da Nunzia Schiano, attrice; Ferdinando Maddaloni, attore e regista; Adriano Pantaleo, attore e regista (CortoFiction Italia), Juan Riedinger, attore e regista; Marie Boissard, attrice; Hamed Soleimanzadeh, critico cinematografico e membro di Fipresci (CortoFiction International); Giancarlo Marzano, sceneggiatore Bonelli (Dylan Dog e altri); Rosalba Colla, direttore artistico Animaphix; Mirka Perseghetti, illustratrice (CortoAnimation); Elia Moutamid, attore e regista; Massimo Bondielli, regista; Marco Gallo, filmaker e direttore artistico Sicily Movie Film Festival (CortoDoc); Luigi Parisi, regista Mediaset; Alice Rotiroti, regista e sceneggiatrice; Alessandro Izzi, critico cinematografico e scrittore (Kiddos).

VITTORIO DE SICA 

In occasione dei 120 anni dalla nascita, Visioni Corte dedica uno speciale omaggio al grande Vittorio De Sica dedicando al grande regista e attore ciociaro una mostra e un libro. La mostra sarà allestita grazie alla collaborazione con l’Archivio Riccardi. Quaranta scatti che ripercorrono la carriera artistica del regista raccontata attraverso un ricco percorso fatto di immagini, che ritraggono De Sica non solo sul set ma anche in episodi quotidiani e mondani. Il festival dedicherà anche un volume, che fa parte della collana “Visioni di Cinema”, quaderni di approfondimento critico che saranno inaugurati proprio per l’occasione.

EVENTI

Tra gli eventi speciali in programma la proiezione del documentario “Kufid” di Elia Moutamid, alla presenza del regista, la presentazione di “Visioni di Cinema – Quaderni di Visioni Corte Film Festival” e del libro “Film come Requiem. Analisi e interpretazione del rapporto tra suono e immagine nel cinema di Luchino Visconti” di Alessandro Izzi. Tutti i giorni è in programma “Visioni Talk” in diretta sui canali Facebook e YouTube, durante il quale i registi introdurranno le proprie opere al pubblico. In tutto 8 appuntamenti di approfondimento sulla selezione della 10a edizione.

A chiudere le 8 serate ci sarà il “Cinelounge”, un momento di aggregazione conviviale durante il quale registi, produttori e distributori possono incontrarsi e scambiarsi idee e progetti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA