Fratelli d'Italia, partono gli appuntamenti sul territorio con il senatore Calandrini

Nicola Calandrini (in piedi) a un'iniziativa di Fratelli d'Italia
2 Minuti di Lettura
Venerdì 21 Gennaio 2022, 15:34 - Ultimo aggiornamento: 15:36

Parte domani, sabato 22 gennaio,  il ciclo di incontri con i territori del senatore Nicola Calandrini. Si tratterà di appuntamenti tra il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia Latina e i coordinamenti locali, a cui parteciperanno anche l’eurodeputato Nicola Procaccini e il vice coordinatore regionale Enrico Tiero.

Le riunioni permetteranno di fare il punto sulle attività in Senato, ed in particolare sulla legge di Bilancio, serviranno anche a ragionare sulle criticità dei singoli territori, e ad iniziare ad organizzare il partito di Fratelli d’Italia in dipartimenti.

«Avrei voluto tornare personalmente in ogni Comune, purtroppo le condizioni pandemiche non lo consentono - spiega il Senatore Nicola Calandrini - per il momento continueremo ad utilizzare la tecnologia e le riunioni le terremo in video conferenza. Ho voluto incontrare ed incontrerò singolarmente ogni comune, facendo delle mini riunioni più raccolte e operative, in cui portare la mia vicinanza ai territori e manifestare la mia disponibilità ad intervenire dove necessario e per quel che sono le competenze che il ruolo di senatore della Repubblica mi riserva».

La prima video conferenza insieme al gruppo di Fratelli d’Italia di Latina, seguiranno tra sabato e domenica incontri con i gruppi di Aprilia, Castelforte, Cisterna, Cori, Ponza, San Felice Circeo, Sabaudia e Santi Cosma e Damiano. Nei prossimi fine settimana saranno organizzati gli incontri con i comuni mancanti.

«È un modo per fare politica come Giorgia Meloni ci ha insegnato - conclude   Calandrini -, a contatto con i territori che sono alla base del consenso e del radicamento di Fratelli d’Italia. Per ora dobbiamo ricorrere alle conferenze via web, ma non appena le condizioni sanitarie lo consentiranno, riprenderemo ad organizzare appuntamenti in presenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA