Formia ha conferito la cittadinanza onoraria a Liliana Segre: da lei inestimabile contributo contro ogni forma di odio

Venerdì 21 Febbraio 2020
«Al di là di ogni appartenenza politica, bandiere e colori di casacca, esistono argomenti sui quali si ha il dovere di essere uniti. Il conferimento della cittadinanza onoraria riconosce l'inestimabile contributo della senatrice Liliana Segre contro ogni forma di odio e violenza, intolleranza e pregiudizio: in una città dalla storia millenaria, più volte violata e sfregiata, le parole e l'esempio di Liliana Segre rappresentano la cifra più alta di civiltà». Cono queste parole l'amministrazione comunale di Formia annuncia il conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice a vita, testimone della shoa, sopravvissuta ai campi di sterminio nazisti.
 
«L’Amministrazione Comunale ha deciso di portare tale punto all’Ordine del Giorno del Consiglio Comunale del 20 febbraio per dar voce anche a tutti i cittadini e le cittadine di Formia che in questi mesi hanno fatto pervenire con forza la volontà di un atto così importante» spiegano dal Comune. «Simbolo di valori sanciti dalla nostra Costituzione come la lotta contro la barbarie, la violenza, e l'indifferenza, la città di Formia rende omaggio all’impegno pubblico della Senatrice Segre nel promuovere campagne a favore dei diritti umani e di sensibilizzazione contro il razzismo e contro l’odio, non solo legati alla Shoah e alle leggi raziali ma tutt’oggi perpetrati anche contro la stessa Senatrice».

L’Assise Comunale e i cittadini di Formia, «hanno voluto esprimere alla Senatrice la propria vicinanza e far emergere con forza la realtà che il popolo italiano continua ad essere composto principalmente da persone che rifuggono qualsiasi forma di odio» chiariscono dal Comune. L’Amministrazione Comunale, sin dagli inizi di novembre «ha contattato l’Associazione figli della Shoah per conferire la cittadinanza alla Senatrice che per impegni istituzionali e personali ha apprezzato il riconoscimento pur non potendo essere presente durante il conferimento».

Il Sindaco e la Giunta Comunale come da delibera di Consiglio «si impegneranno affinché si possa conferire la cittadinanza alla Senatrice in modo appropriato e inoltre si impegneranno a reperire risorse economiche per ripristinare  “Il Viaggio della Memoria” per gli studenti più meritevoli delle Scuole Secondarie di Primo Grado». Ultimo aggiornamento: 12:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA